In una rosa da 820,5 milioni di euro, forse non tutti avrebbero il coraggi di dire che possano trovarsi anche dei talenti da un futuro promettente. E invece sì. Perchè il Paris Saint Germain, che affronterà il Napoli in Champions League con Ancelotti che giocherà contro la sua ex squadra,  non è soltanto fatto da grossi investimenti e ingaggi top. Ma ha anche fatto della programmazione sui giovani il suo vero credo. Seguendo un po’ il modello del Monaco e di altri club francesi che con i talenti del vivaio possono contare su una vera e propria miniera d’oro, anche il Psg sta facendo lo stesso. Neymar, Cavani, Mbappè (giovanissimo), la base da cui partire con una rosa giovane alle spalle. La rosa di Thomas Tuchel è infatti composta da diversi under 20 che sono già delle autentiche stelle del calcio contemporaneo. Le ha imparate a conoscere bene Buffon che in estate ha praticamente guidato, quasi come un papà, l’avventura in ICC dei parigini in attesa del ritorno dei nazionali. Abbiamo così potuto scoprire il talento del figlio d’arte Weah, ma anche di tanti altri come Nkunku e non solo. Ma vediamo dunque nel dettaglio chi sono questi gioielli che fanno da spola tra la prima squadra parigina e la Primavera del Psg.

Timothy, il figlio di Weah che fa impazzire Parigi

Le sue magie in ICC di quest’estate sono ancora sotto gli occhi di tutti. In Francia non si è parlato d’altro fin quando non sono tornati alla base sia Cavani che Neymar più Mbappè con la Coppa del Mondo. Timothy Weah è un talento purissimo a tutti gli effetti. Classe 2000, quindi solo 18 anni, il Paris Saint Germain ne detiene il cartellino. Di nazionalità statunitense, Timothy ha tutte le caratteristiche per sfondare nel calcio che conta: forte, preparato, tecnicamente e atleticamente fortissimo e con margini di crescita ulteriore enormi.

L’attuale stagione in Ligue 1 di Weah (Transfermarkt)
in foto: L’attuale stagione in Ligue 1 di Weah (Transfermarkt)

E il debutto a stelle e strisce è semplicemente un primo passo. Gol all'esordio. Il giovanissimo talento figlio d'arte, ha debuttato da titolare con la Nazionale A degli USA ad appena 18 anni e 95 giorni in amichevole contro la Bolivia, un esordio che è stato bagnato subito da un goal. Quest’anno per lui il primo gol in Ligue 1 è arrivato alla prima giornata contro il Caen, giocando soltanto 8’. Sarà dura scardinare quei 3 là davanti.

Tutti lo vogliono ma N’Soki resta un pupillo del Psg

In estate si era parlato anche di un inserimento di Monchi che avrebbe voluto portare a Roma questo ennesimo talento del Psg. Ma Stanley N’Soki, classe 1999, ha giurato amore ai parigini. Nonostante ci fosse in ballo anche un’offerta importante del Marsiglia in estate, il terzino sinistro ha accettato il suo primo contratto da professionistico nella capitale francese. Un accordo valido fino a giugno 2021. Un vero e proprio attestato di stima per un difensore dal fisico possente capace di coprire però al meglio la corsia mancina e di garantire anche una buona spinta.

Seguitissimo dal Barcellona, il difensore francese è stato anche al centro di un simpatico siparietto social. Quando Neymar passò ai francesi, Piquè pubblicò una foto con su scritto con il brasiliano: “Se queda” (rimane), poi sappiamo tutti come è andata a finire. Un autogol vero del difensore che si è visto rispondere con la stessa didascalia alla firma del rinnovo contrattuale di N’Soki, proprio perchè seguitissimo dai catalani.

Ma il vero fenomeno è Nkonku

Pantaleo Corvino lo segue dallo scorso anno ed è stato vicinissimo alla definizione dell’accordo con il Psg per portarlo alla Fiorentina. Poi non se n’è fatto più nulla. Ma Christopher Nkonku è uno di quei talenti che ti colpiscono a primo impatto. E’ un centrocampista centrale di piede destro adattabile come esterno, e milita nella formazione parigina da diversi anni. Con la maglia del Paris ha esordito sia in Ligue 1 che in Champions League, attirando la stima dei club più attenti ai prospetti emergenti dai settori giovanili. E non solo: il Psg, per un certo periodo, ha pensato di farne l’alternativa a Verratti nel caso in cui l’ex Pescara avesse lasciato la capitale.

Il valore di mercato di Nkonku (Transfermarkt)
in foto: Il valore di mercato di Nkonku (Transfermarkt)

Ha concluso la scorsa stagione con 1307 minuti di gioco suddivisi in 20 presenze così distribuite: 8 in Ligue 1, 4 in Youth League, 4 in Coppa di Francia, 3 in Coupe de la Ligue e 1 in Champions League.Il tutto arricchito da 7 reti (di cui solo 2 tra i grandi). Un vero e proprio predestinato che quest’anno invece conta già 9 presenze in Ligue 1, 1 gol e 1 assist in 381’ giocati. Classe 1997, 20 anni, è già una delle stelle più lucenti della squadra di Tuchel che sta solo aspettando l’offerta giusta per vendere Verratti e affidargli le chiavi del centrocampo parigino il prima possibile. Il suo valore di mercato è già di 10 milioni di euro, ma è pronto a salire ulteriormente.

Adli: la Juve lo segue per un altro colpo alla Pogba

Yacine Adli, giovanissimo talento classe 2000. Un ragazzo di assoluta prospettiva che in Francia ne parlano più che bene. In questi anni la sua crescita è stata a dir poco esponenziale. Cresciuto nella squadra della sua città, nel 2013 arrivano le tanto attese chiamate da parte di numerose squadre blasonate, ma ovviamente a spuntarla è il Paris Saint-Germain che, grazie al suo costante e minuzioso lavoro di scouting, si fionda sul talentino franco-algerino assicurandosi le sue prestazioni. Emery decise di aggregarlo spesso in prima squadra per farlo allenare al fianco di Neymar, Di Maria e Cavani.

Le sue gesta, inevitabilmente, hanno già attirato le attenzioni di tante big d’Europa: Manchester City, Manchester United, Bayern Monaco e Barcellona su tutte. Ma il giocatore è riuscito a conquistare le attenzioni anche della Juventus che infatti per il duttile e tecnico trequartista dovrà vedersela sia con i Bleus pronti a rinnovare il contratto del ragazzo, sia con Arsenal e Barcellona. Un'impresa dunque tutt'altro che semplice. Considerato l’erede di Rabiot, anche per somiglianza estetica, Adli è tecnico, con un fisico importante e ha dimostrato di avere una visione di gioco eccellente nonostante la giovane età.

Un terzino che per tutti è già un campione: ecco Dagba

In casa Paris Saint-Germain continua a brillare la stella di Colin Dagba. Il terzino destro francese, classe 1998, fin dall’estate è stato aggregato stabilmente alla prima squadra dal neo tecnico Thomas Tuchel, che lo ha addirittura lanciato titolare in ben quattro circostanze in questo avvio di stagione. Ha 19 anni, è francese e si è formato nel vivaio del club parigino: il tecnico tedesco lo ha inserito a sorpresa tra i titolari nella finale di Supercoppa vinta in Cina per 4-0 contro il Monaco. E le sue prestazioni di assoluto livello, nonostante la giovane età, hanno attirato le attenzioni di diversi club:

Il profilo e la carriera di Dagba (Transfermarkt)
in foto: Il profilo e la carriera di Dagba (Transfermarkt)

su tutti il Lipsia che, secondo la stampa transalpina, nelle scorse settimane sarebbe uscito allo scoperto per assicurarsi il cartellino di Dabga in scadenza nel giugno del 2020. Ma il Psg non ha nessuna intenzione di privarsi del proprio gioiello. Per lui in questa stagione ben 204’ ma soprattutto la stima di Tuchel e della società pronto a blindarlo fino al 2023 per allontanare i tanti club che stanno tentando il giovane a terzino a trasferirsi facendo leva sul fatto che al Psg non troverà mai lo spazio che potrebbe avere altrove. Ma i parigini non mollano mai.