Da suggestione di fantamercato, a possibile colpo eccezionale di calciomercato. Cristiano Ronaldo alla Juventus è un'operazione che con il passare delle ore ha acquistato maggiore concretezza, catalizzando le ultime notizie sulle trattative. Sono ore caldissime sull'asse Spagna-Italia, e la figura chiave della vicenda che potrebbe portare CR7 in bianconero, è il presidente del Real Madrid Florentino Perez. La Juve dal canto suo ha dimostrato nelle ultime ore di essere pronta, una volta arrivato il via libera dal quartier generale delle merengues, a chiudere quello che sarebbe un affare storico per il calciomercato e per la Serie A, con il presidente Agnelli che ha autorizzato l'operazione che si chiuderebbe su cifre da record.

Cristiano Ronaldo alla Juventus, il presidente del Real Madrid figura chiave dell'operazione

Cristiano Ronaldo vuole lasciare il Real Madrid e la Juventus è una destinazione gradita. E' quello che il potente procuratore di CR7 Jorge Mendes, convocato d'urgenza al quartier generale delle merengues ha confermato al presidente Florentino Perez. L'offerta della Juventus è nota: 100 milioni di euro alle merengues che permetterebbero di soddisfare una sorta di "gentlemen agreement" valido solo per l'Italia, stabilito pochi mesi da da Jorge Mendes nel contratto di Ronaldo con il Real. Quando Florentino (che spera di vendere il suo gioiello per una cifra ovviamente più alta) dunque darà il via libera a Torino non si faranno trovare impreparati.

Cristiano Ronaldo-Juve, il via libera di Agnelli e l'attesa di Marotta e Paratici

Ecco allora che in caso di segnale positivo da parte di Jorge Mendes, Marotta e Paratici si attiverebbero per concludere l'operazione di calciomercato che dovrebbe portare Cristiano Ronaldo alla Juventus. La coppia mercato dei bianconeri infatti ha ricevuto l'autorizzazione da Andrea Agnelli (che stamattina ha incontrato anche il tecnico Massimiliano Allegri) a procedere per l'acquisto di CR7, sulla base di un accordo quinquennale da 30 milioni di euro a stagione. Al momento l'amministratore delegato e il direttore sportivo della Juventus aspettano la fumata bianca, anzi bianconera, negli uffici di Milano, dopo la smentita su un possibile viaggio a Madrid del primo pomeriggio (viaggio che potrebbe essere stato rimandato ai prossimi giorni). Chi invece potrebbe fare il percorso inverso e approdare in Italia è Mendes, l'agente di Ronaldo per mettere nero su bianco e chiudere così un colpo storico per il calcio italiano

Come la Juventus pagherà l'operazione di calciomercato Cristiano Ronaldo

Nel frattempo come anticipato, alla Juventus sono tranquilli perché il "mercato" sta già dando risposte eccezionali per quella che potrebbe essere la super operazione Cristiano Ronaldo. Un affare complessivo da 370 milioni, che potrebbe essere realizzato dopo un attento studio sulla possibilità di un aumento importante dei ricavi. La borsa nelle ultime ore ha fatto registrare un'ulteriore impennata per le azioni della Juventus che potrebbe trovare alleati nello sponsor tecnico Adidas che sogna il cambio di sponsorizzazione di quello che è il più grande testimonial degli avversari della Nike, e della Ferrari pronta a ricoprire d'oro Ronaldo nelle vesti di testimonial.

Juve-Ronaldo, quando la possibile conclusione della trattativa e la presentazione

La sensazione è che la trattativa per Cristiano Ronaldo alla Juventus possa entrare nel vivo nelle prossime ore. Con la conclusione che potrebbe arrivare nel week-end. A Torino e sul web l'entusiasmo è alle stelle come conferma la maglia numero 7 della Juve di Cristiano Ronaldo che ha già fatto capolino sui social (al contrario l'assenza del giocatore nella foto di presentazione delle nuove divise del Real è un indizio importante). In molti hanno addirittura ipotizzato una possibile presentazione il 7/7 alle 17 (anche se Florentino Perez secondo Marca avrebbe convocato la direzione del club nella giornata di martedì per affrontare la questione), per una giornata che diventerebbe il Ronaldo-day nel capoluogo piemontese. Al momento il bomber è in vacanza dopo la conclusione del Mondiale con il Portogallo in attesa di notizie, da Jorge Mendes. Chi lo conosce bene però, come il suo biografo Balague si è già sbilanciato: "Si sente già un giocatore della Juve"