L'esordio di Cristiano Ronaldo dovrebbe essere a Verona contro il Chievo con uno stadio sold out e una città blindata: sabato al Marcantonio Bentegodi arriverà la Juventus e ci sarà la prima gara in Serie A del fuoriclasse portoghese, che ha fatto muovere anche l'antiterrorismo. L'evento ha una portata mondiale e sulle tribune dell'impianto sportivo veronese sono attesi tv, radio e giornali di tutto il mondo. La prima di CR7 nel torneo italiano è un momento imperdibile e ha fatto scattare anche le misure le misure antiterrorismo.

Misure antiterrorismo a Verona

"È un evento che ha assunto una rilevanza mondiale, quindi saranno schierate anche le unità antiterrorismo": questa è l'ultima disposizione adottata dal vice-prefetto vicario della città, Angelo Sidoti. Sono state messe in atto ingenti e dettagliate misure viabilistiche per l'evento che richiamerà allo stadio almeno 32 mila spettatori, con il mercato settimanale sarà sgomberato in anticipo rispetto al consueto orario, per permettere un regolare afflusso dei supporter, molti dei quali provenienti da tutto il Nord Italia e dall'estero. La Polizia Municipale ha messo in atto un dettagliato piano dei parcheggi con 60 tra agenti ed ufficiali che prenderanno servizio già dalla prima mattina: l'obiettivo è di far convergere tutti i veicoli negli stalli attorno al Bentegodi, deviando poi auto e bus in altri parcheggi.

Viabilità a Verona

All'esaurimento dei parcheggi intorno al Bentegodi il quartiere sarà completamente chiuso al traffico, salvo che per i residenti, mentre sarà creata una grande area pedonale tra la stazione ferroviaria di Verona Porta Nuova e Piazzale Olimpia. Nell'area transiteranno esclusivamente i mezzi pubblici. L'appello della Polizia Municipale, ai tifosi di casa e ai residenti a Verona, è quello di giungere allo stadio con mezzi a due ruote o utilizzando il trasporto pubblico.