Il 2019, non come il 2018, non sfocia in un mondiale o in una competizione internazionale simile ma si risolve esaurendo il suo percorso, almeno nella sua parte iniziale, con l’assegnazione dei titoli nazionali, la consegna di Champions e Europa League, il mondiale Under 20 e i campionati Europei Under 21. Eppure, i grandi campioni, stanno approcciando al meglio col nuovo anno continuando a fare il loro lavoro: sorprendere, strabiliare e, appunto, segnare. E, pure, condurre le rispettive squadre verso vette dalle altezze siderali. E così, quando siamo giunti all’esaurimento quasi totale del quarto mese dell’anno, ecco quali sono i top player in grado di fare tanti gol, realizzare marcature su marcature e determinare in questo avvio di 2019.

Messi al top a quota 25 gol. La Francia, con Mbappé e Benzema, sul podio

La costanza di rendimento, oltre alle tante, tantissime altre qualità in possesso della Pulga Messi, è una delle doti migliori dell’argentino. Che, da un anno all’altro, non sente il peso del tempo o delle pressioni continuando a sfornare giocate straordinarie non solo dal punto di vista estetico. Puntando al cuore del gioco, il #10 albiceleste, nella quasi perfetta macchina da gol del Barcellona, segna, il più delle volte deliziando la platea del Camp Nou (e non solo), superando le reti messe a segno nello stesso lasso di tempo nel 2018: 25 gol, a fronte dei 24 di 365 giorni fa.

Ma se lo scorso anno Cristiano Ronaldo gli strappava il trono di miglior marcatore del periodo, quest’anno, complice anche il minore utilizzo, specie in campionato, del fenomeno lusitano, Messi conduce senza problemi tenendo a distanza tutti gli altri maggiori cannonieri d’Europa. Con la sua ultima firma, quella di ieri sera in casa col Levante, talmente pesante da risultare quella decisiva per il titolo, numero 26, della storia dei blaugrana.

Il giovane campione del mondo Mbappé, invece, sia pure in un campionato francese ormai poco combattuto e senza grossi nomi che si sistemano in difesa, si trova a 5 gol di distanza a quota 20 segnature e con una marcatura ogni 82’ di gioco. Poi, sul podio, sul terzo gradino del podio, un altro francese come Karim Benzema capace, dopo il ritorno di Zidane in panchina, di rimettersi in carreggiata e siglare qualcosa come 19 gol totali dopo una coda di 2018 da sole 11 soddisfazioni personali.

Aguero quarto, Lewa e Ben Yedder quinti: Zapata sesto

Fuori dalla top three c’è comunque una straordinaria compagnia di famelici attaccanti capaci di segnare tanto e con profitto in questo avvio di 2019. Parliamo di Aguero, puntero per eccellenza del Manchester City e utile grimaldello per scardinare le difese nemiche, oltre che maggior goleador straniero della Premier League, a quota 16 gol, di cui uno ogni 86 giri di orologio, ma anche di LewandowskiMane e Ben Yedder. Che, nei rispettivi club, pur inseguendo obiettivi diversi, si dimostrano efficaci ed efficienti in Bundesliga, Premier League e Liga.

Col polacco, il senegalese e il francese a pari merito a 15 centri con l’unico esponente del nostro calcio, il colombiano Duvan Zapata, richiesto da mezza Europa, Inter e Napoli in primis, nelle zone nobili di questa graduatoria, a 14 realizzazioni in 17 gare sin qui disputate.