Il calcio moderno non lascia molto spazio a tempi morti e finestre temporali dove poter riflettere ed effettuare valutazioni di sorta. The show must go on e la prossima stagione, che spesso, per le deluse, rappresenta una nuova chance per rilanciarsi, è quasi alle porte e per farsi trovare pronti, occorre accelerare sulla tabella di marcia. Specie sul calciomercato dove la legge del più forte, economicamente s’intende, esige risolutezza e celerità. E così, quando ancora manca un mese e mezzo abbondante alla fine di questa spettacolare annata, un po’ meno per le italiane, ecco gli acquisti più costosi già a referto in questo avvio di 2019.

Il Bayern si rifà il look in difesa: Pavard e Hernandez

Figlio d’arte, una vita all’Atletico Madrid e una Coppa del Mondo alzata non meno di 9 mesi fa a Mosca con la sua Francia. A 22 anni e spiccioli. È la storia, recente, di Lucas Hernandez, figlio di Jean-Francois, centrale lui pure dei Colchoneros e fratello maggiore del laterale della Real Sociedad Theo in prestito dal Real Madrid. E di una ascesa che pare inarrestabile. Salvo, qualche piccolo incerto del mestiere. Come, ad esempio, l’infortunio al legamento del ginocchio destro che lo ha messo Ko a partire dallo scorso febbraio.

Ma che non gli impedisce, al momento, di figurare come l’acquisto più costoso per il prossimo anno col Bayern Monaco, stregato dalla fisicità, potenza muscolare, versatilità e qualità del ragazzo, pronto a versare 80 sonanti milioni di euro ai rojiblancos per il numero #21 transalpino. Che, dal 1 luglio, sarà un nuovo calciatore dei bavaresi. Come, del resto, il suo collega di reparto e opposto nella difesa di Deschamps in Russia, al secolo: Benjamin Pavard che, già a gennaio, stante la corte di molti club europei, come Juventus o Napoli, si è accordato con i tedeschi per vestire la gloriosa casacca del Bayern e giocare nella prestigiosa ‘Allianz Arena’. Per la modica cifra, pagata allo Stoccarda, di 35 milioni di euro.

De Jong al Barcellona: che affare per i blaugrana

A ruota, in seconda posizione, dietro di soli 5 milioni di euro, Frankie De Jong assoluto faro e stella del sorprendente Ajax di Ten Hag. Per lui, dunque, il Barcellona di Messi e Suarez spenderà 75 milioni di euro a cui si aggiungono due interessanti curiosità: la prima, vede i Lancieri costretti a cedere il 10% dell’importo totale (7,5 milioni) al Willem II che lo ha praticamente allevato fino all’addio nel 2015 per l’Amsterdam Arena; la seconda che vede i blaugrana pronti, in caso di raggiungimento di precisi obiettivi sportivi, a versare altri 11 milioni di bonus aggiuntivi.

Per un acquisto, in totale, da 86 milioni. Che, se per alcuni potevano sembrare tanti, dopo le recenti esibizioni continentali in Champions somigliano proprio a una giusta valutazione per un campione in erba di 22 anni, dalla grande velocità di pensiero, dall’enorme qualità e talento e con ancora sconfinati margini di miglioramento, al momento, ancora da approntare. Insomma, che colpo per il Barça e che cantonata per la Juventus che se l'è fatto sfuggire nonostante Pirlo, uno che di calcio se ne intende, lo avesse segnalato da tempo ai bianconeri.

Il Real rilancia, 95 milioni di euro per Militao e Rodrygo

Se il Barcellona aggiunge del giovane talento al suo roster, con uno scudetto praticamente vinto, una finale di Coppa del Re col Valencia da disputare e una Champions League da giocarsi fino alla fine, il Real Madrid, dopo una stagione così negativa, non può esimersi e lasciare fare. Serve subito una controffensiva. Per ora, da 95 milioni di euro totali per due giovani assi brasiliani. Prima del fuochi d’artificio, da Hazard a scendere, estivi.

Eppure, al momento i nomi già pronti per il 2019/20 non sono di poco conto. Parliamo di Eder Militao, pagato 50 milioni, prezioso centrale del Porto scuola San Paolo capace di giocare sia al centro che sulla corsia di destra e dotato di grande senso dell’anticipo, qualità nei piedi, agilità e abilità nel vincere i duelli (aerei e non solo) e del giovanissimo Rodrygo del Santos che, sulle orme di Neymar, a soli 18 anni, ha già convinto tutti, Blancos in primis, che, per averlo, sborseranno 45 milioni di euro. Insomma, il giovane Real di Zidane sta per nascere.