A pochi giorni dalla partita d'andata degli ottavi di finale di Champions League contro la Juventus, che si giocherà il 20 febbraio al Wanda Metropolitano, l'Atletico Madrid è nuovamente alle prese con un altro infortunio. Durante la sfida con il Real Madrid dello scorso weekend, Lucas Hernandez si è infatti infortunato ai legamenti del ginocchio destro ed ora la sua presenza in campo contro i bianconeri e in forte dubbio. Per il ventiduenne difensore nato a Marsiglia, si tratta di un problema accusato allo stesso ginocchio che gli aveva già dato noie nello scorso mese di dicembre.

Dopo aver salutato il ritorno di Savic e Diego Costa, e in attesa del pieno recupero di Rodri e Koke (fermato da una lesione muscolare di primo grado al muscolo della coscia destra), Diego Simeone rischia di fare a meno del giocatore francese per il big match di Champions League. Attualmente terzi nella Liga, dietro al Real Madrid di Solari, i "Colchoneros" continuano dunque a pagare un conto salato alla sfortuna che sta falcidiando la rosa del "Cholo" sin dall'inizio della stagione.

La "Griezmann dipendenza"

Conti alla mano, con quello di Lucas Hernandez sono infatti saliti a 37 i giocatori che hanno avuto problemi fisici. Dei 19 calciatori presenti nella rosa dell'Atletico, da agosto ad oggi un giocatore su due si è infatti fermato in infermeria: un conto aperto con la sfortuna, che la squadra di Simeone ha accusato soprattutto in campionato. L'unica certezza per il tecnico argentino si chiama Antoine Griezmann. In attesa del miglior Morata, è il "piccolo diavolo" a tenere in piedi l'Atletico con le sue giocate e i suoi gol: l'ultimo, ininfluente, segnato nel derby con i Blancos.

L'altra faccia della medaglia "rojoblanco" è però la "Griezmann dipendenza" che la squadra ha mostrato in questa prima parte di stagione. Se non segna il francese, per Simeone cominciano infatti i guai e la conferma di questo sono i tanti punti persi dai Colchoneros nella Liga, in quelle partite dove l'attaccante transalpino non è andato a segno.