Il Real Madrid ha vinto per 3 a 1 in casa dell'Atletico Madrid prendendosi il derby della capitale spagnola e il secondo posto nella Liga a +1 sui colchoneros, che hanno subito la prima sconfitta casalinga della stagione. Le reti di Casemiro, Sergio Ramos e Gareth Bale hanno permesso ai blancos di portarsi a -5 dal Barcellona e hanno reso vano il goal del pareggio di Griezmann. VAR decisiva su alcuni episodi, in positivo e in negativo. La gara è piacevole e non è mai banale perché ci sono calciatori in grado di cambiarla in qualsiasi momento: il Real ha tenuto il possesso palla mentre l'Atletico ha cercato di difendere bene e ripartire.

Le scelte di Simeone e Solari

Simeone non cambia il suo 4-4-2: tra i pali Oblak; Arias, Gimenez, Godin e Lucas Hernández in difesa; Lemar, Saul, Thomas e Correa a centrocampo con Morata e Griezmann in attacco. Solari schiera ancora il Real con il 4-3-3: Courtois in porta; Carvajal, Varane, Sergio Ramos e Reguilón sulla linea difensiva; Modric, Casemiro e Kroos a fare da filtro in mezzo al campo con Lucas Vazquez e Vinicius Jr a supporto di Benzema.

Le formazioni di Atletico Madrid–Real Madrid. (sofascore.com)
in foto: Le formazioni di Atletico Madrid–Real Madrid. (sofascore.com)

Griezmann acciuffa Casemiro ma Ramos lo sfotte dopo il 2-1

Accoglienza non proprio simpatica per l'ex Courtois ma il Real Madrid ha approcciato meglio al match e al 16′ Casemiro ha portato in avanti i merengues con una splendida rete in rovesciata dopo una sponda di Sergio Ramos a centro area: il centrocampista brasiliano ha colpito con un gesto tecnico bellissimo ma la difesa dei colchoneros non è parsa impeccabile, visto che più uomini sono andati sul capitano blancos e nessuno si è occupato del numero 14. Si tratta della seconda rete in campionato di Casemiro.

L'Atletico ha subito psicologicamente lo svantaggio ma in poco meno di dieci minuti ha riequilibrato il risultato con il solito Antoine Griezmann: al 24′ il francese è scattato sul filo del fuorigioco e ha beffato con un tunnel Courtois. Il numero 7 ha dovuto attendere per esultare, visto che il VAR ha esaminato la sua posizione sul passaggio di Correa, ma alla fine la spalla di Sergio Ramos lo teneva in gioco e il Wanda è esploso.

Al 41′ Gimenez ha atterrato Vinicius a cavallo della linea dell'area e l'arbitro Javier Estrada Fernandez, dopo un check con il VAR, ha confermato il calcio di rigore: sul dischetto si è presentato Sergio Ramos che con un destro secco e preciso ha freddato Oblak. Grandissima iniziativa del brasiliano classe 2000 dei blancos, che ha sverniciato il suo marcatore e ha determinato il fallo che ha permesso alla sua squadra di riportarsi in vantaggio ma il fallo sembra fuori dall'area. Dopo aver realizzato la rete del vantaggio dagli undici metri il capitano del Real Madrid si è fatto notare per la sua esultanza che sembrava fare il verso a quella solita di Grizemann: cose da derby.

Il VAR spezza la gioia di Morata

All'inizio della ripresa il VAR ha strozzato l'urlo di Morata e dei tifosi dell'Atletico: l'ex ha superato Courtois con un pallonetto spettacolare ma era leggermente più avanti dell'ultimo uomo del Real all'inizio dell'azione. Davvero pregevole il controllo e la conclusione dell'attaccante ex Juve ma il suo piede destro era più avanti rispetto alla linea dei blancos.

La chiude Bale: finisce 3-1

Gara molto cattiva, soprattutto nella ripresa, per un totale di 9 ammoniti (6 per l'Atleti e 3 per il Real) e non si sono visti grandissime giocate ma al 74′ Gareth Bale ha chiuso la gara con un diagonale preciso, su cui Oblak non ha potuto nulla, dopo un bellissimo passaggio in profondità di Modric (sesto assist stagionale). Per il gallese è il 100° goal con la maglia del Real Madrid.

Esultanza davvero singolare del numero 11 dei blancos con un gesto a dir poco polemico e farà certamente discutere ma non si è capito se era rivolto ai tifosi dell'Atletico oppure ad altre situazioni ce lo hanno riguardato in questo periodo.

Il Real Madrid ha vinto meritatamente il derby giocando meglio e si è preso il secondo posto della Liga dopo un grande inseguimento iniziato con l'inizio del nuovo anno: i merengues hanno inflitto il primo dispiacere stagionale in casa all'Atletico e sotto la guida di Santiago Solari hanno vinto la gara numero 19 nelle 25 disputate. Grande impatto sulla gara di Casemiro e Vinicius Jr, che si è ritagliato grandi spazi sulla fascia sinistra. Ottima prova di Reguìlon. L'Atletico non è parsa la solita squadra concentrata e le mancanze esibite nella fase difensiva, sopratutto sulla fascia destra, sono costate molto care: la squadra di Simeone scivola al terzo posto della Liga.