Porto e Roma, avversarie negli ottavi di finale di Champions, sono le protagoniste anche di un'altra sfida a distanza quella delle plusvalenze. In sede di calciomercato le due società dal 2006 ad oggi hanno ampiamente superato i 500 milioni di guadagni da operazioni in uscita con un incremento del valore del calciatore ceduto. I portoghesi grazie alla vendita di Eder Militao al Real Madrid, che si concretizzerà nella prossima estate, hanno piazzato il sorpasso ai capitolini, facendo registrare l'ennesimo affare redditizio che fa sorridere le casse del club.

Porto regina delle plusvalenze, con la cessione di Militao al Real Madrid Roma superata

Come evidenziato da Sportmediaset, fino a pochi giorni fa la Roma era la regina delle plusvalenze (Ovvero quando si vende un calciatore, ad un prezzo maggiore rispetto a quello d'acquisto) con introiti per 523.454 milioni, contro i 509.671 del Porto. L'accordo tra il club lusitano, giustiziere dei capitolini negli ottavi di Champions League, e il Real Madrid per il duttile difensore Eder Militao per 50 milioni ha permesso ai Dragoes di piazzare il sorpasso. Il Porto ha infatti acquistato il calciatore nella scorsa estate per circa 7 milioni di euro (30.6 milioni di reais) e ora lo ha venduto alle merengues per 50 milioni dunque, piazzando una plusvalenza di 43 milioni di euro.

Tutte le plusvalenze da record del Porto, da James Rodriguez a Falcao

La cessione di Militao è solo l'ultima delle plusvalenze messe a segno dagli uomini mercato del Porto. Tante le stelle vendute a peso d'oro dal 2006 ad oggi. La più ricca operazione è stata quella relativa a James Rodriguez, acquistato nel 2010 dal Banfield per 7.3 milioni di euro e rivenduto al Monaco nel 2013 per 45 milioni. A seguire ecco gli affari in uscita Hulk e Falcao. Il bomber brasiliano prelevato dai Dragoes per 5.5 milioni dal Tokyo Verdy, fu rivenduto nel 2012 ai russi dello Zenit per 40 milioni. Discorso simile per il "Tigre" colombiano arrivato in Portogallo per 5.4 milioni dal River Plate e rivenduto al Monaco per 40 milioni

Difensori affari da record, da Mangala a Pepe

A proposito di attaccanti, il Porto ha guadagnato un bel gruzzoletto anche dalla cessione di André Silva. Il prodotto delle Giovanili lusitane dopo l'exploit in prima squadra venne acquistato dal Milan nel 2017 per 38 milioni. Purtroppo per i tifosi rossoneri, Silva si è rivelato un flop. Sembrava destinato al Milan anche Jackson Martinez, acquistato dal Porto per 8.9 milioni dai Jaguares. Il colombiano nel 2015 finì invece all'Atletico Madrid per 37.1 milioni. Non solo bomber, ma anche difensori come Danilo (prelevato dal Santos per 13 milioni e rivenduto al Real per 31.5 milioni), Mangala (acquistato dallo Standard Liegi per 6.8 milioni e ceduto al City per 30.5) e Pepe (costato 2 milioni e rivenduto per 30 al Real). Senza dimenticare il centrocampista Anderson, considerato inizialmente uno dei talenti cristallini del Porto: per lui il club portoghese spese 8 milioni nel 2007, incassandone poi 31.5 dal Manchester United