Un leone in gabbia. Quasi certamente si è sentito così Cristiano Ronaldo in questa settimana che deve essergli sembrata interminabile. Prima è stato costretto dalla squalifica rimediata per la rocambolesca espulsione contro il Valencia a guardare i compagni dalla tribuna in Juventus-Young Boys, e poi è finito nell'occhio del ciclone per le accuse di stupro arrivate dagli Usa. Adesso però la suddetta gabbia si aprirà alla Dacia Arena, con CR7 che scenderà in campo da titolare in Udinese-Juventus.

Cristiano Ronaldo titolare in Udinese-Juventus, come reagirà dopo le accuse di stupro

In Udinese-Juventus Cristiano Ronaldo tornerà titolare dopo l'assenza per squalifica nella sfida di Champions contro lo Young Boys. Nessun dubbio per Massimiliano Allegri che ha totale fiducia nella sua stella più brillante. CR7, accusato di stupro da Kathryn Mayorga che dopo anni di silenzio lo ha denunciato per una presunta violenza sessuale avvenuta a Las Vegas nell’estate del 2009, è stato difeso prima dalla Juventus e poi dal suo allenatore. Quest'ultimo ha fiducia nella personalità di Cristiano Ronaldo che non si lascerà condizionare dal polverone sollevato dalle pesantissime accuse provenienti dagli Usa.

Allegri punta su Cristiano Ronaldo, la difesa dell'allenatore della Juventus

Massimiliano Allegri dunque è tranquillo. Le notizie provenienti dagli Usa relative alle pesantissime accuse di stupro mosse a Cristiano Ronaldo non incideranno sul rendimento e sulla tenuta mentale del calciatore che anche per questo si è affidato per la sua difesa all'avvocato delle star. Queste le parole del tecnico della Juventus, alla vigilia del match con l'Udinese: "Cristiano lo vedo bene, nonostante le vicissitudini. Per quello che lo conosco, posso dire è che in 15 anni di carriera ha mostrato grande professionalità e grande serenità dentro e fuori dal campo. Si è dedicato e si dedica molto anche al sociale. Per quanto riguarda la protezione della Juve è giusta, ma lui ha talmente le spalle larghe che è concentrato solo su domani".

Tra Udinese e Usa, CR7 a caccia del gol liberatorio

In Udinese-Juventus dunque occhi puntati su Cristiano Ronaldo, più del solito. Alla luce di quanto accaduto in settimana, CR7 sarà l'osservato speciale in un match in cui dovrà dimostrare di avere appunto le "spalle larghe". L'obiettivo principale del portoghese che guiderà l'attacco bianconero sarà quello di ritrovare la via del gol: nell'ultimo big match contro il Napoli, Ronaldo migliore in campo ha piazzato un triplo assist, ma ora è necessario un ritorno alla marcatura. Una rete che manca dal match di Frosinone del 23 settembre, e che potrebbe magari essere celebrato con un'esultanza particolare, liberatoria.