A poche ore dal fischio d'inizio del Mondiale in Russia, una notizia clamorosa ha provocato un terremoto all'interno dello spogliatoio della Spagna. Julen Lopetegui, allenatore da poco ingaggiato dal Real Madrid per prendere il posto di Zinedine Zidane, è stato infatti esonerato dalla Federazione spagnola: indispettita dall'annuncio di qualche ora fa di Florentino Perez. "Siamo stati obbligati ad esonerarlo – ha dichiarato il presidente della federazione Rubiales – Deve essere un messaggio chiaro per tutti i lavoratori della federazione. La forma con cui si fanno le cose è importante".

Il 51enne allenatore ex Porto, che aveva soltanto tre settimane fa rinnovato con la federazione per altri tre anni, non sarà dunque in panchina per la gara d'esordio contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo e nemmeno per le successive contro Iran e Marocco. La decisione della federazione spagnola, che ha ovviamente colto tutti di sorpresa, è stata presa di getto e senza aver prima deciso il sostituto di Lopetegui. Comunicazione che è arrivata poco dopo con l'incarico conferito a Hierro, attuale direttore tecnico delle Furie Rosse.

Il passo falso di Florentino Perez

"Gli auguriamo il meglio – ha continuato durante la conferenza stampa il presidente RubialesQuello che otterrà la Spagna al Mondiale, dipenderà molto dal lavoro che ha portato avanti fino ad ora. Non mi sento tradito, ha fatto un lavoro incredibile. Ma ci siamo visti obbligati a farlo per il bene della nazionale. Il modo in cui è stata la vicenda è importante. Le cose si sono svolte con la totale assenza di partecipazione della Federazione ed è qualcosa che non possiamo tollerare".

A mandare su tutte le furie i vertici del calcio spagnolo, è stato dunque l'annuncio ufficiale di Florentino Perez e le modalità con le quali si sarebbe svolta tutta la vicenda. Secondo le notizie rimbalzate da Madrid, l'offerta del patron del Real a Lopetegui sarebbe arrivata venerdì scorso, la decisione del tecnico di accettare l'incarico lunedì e la comunicazione a Rubiales solo pochi minuti prima dell'annuncio ufficiale dei "Blancos".