Il passaggio di Julen Lopetegui al Real Madrid è stato molto sorprendente, anche perché nessuno aveva fatto il nome del selezionatore della Spagna come probabile allenatore della squadra campione d’Europa. Il terremoto è stato davvero forte per tutto il movimento spagnolo. E adesso la federazione deve trovare un nuovo Commissario Tecnico. Il favorito al momento pare Luis Enrique, ma non è detto che l’ex del Barcellona diventi il nuovo allenatore della Spagna.

Lopetegui ha avuto un percorso meraviglioso con la Spagna, con cui non ha mai perso una partita, e forse anche per questo aveva anche rinnovato il contratto fino al 2020, senza attendere Russia 2018. Adesso si fanno naturalmente già i primi nomi per la successione. Il favorito sembra essere Luis Enrique. Perché innanzitutto è libero, non è legato a nessuna squadra da qualunque tipo di contratto e dopo l’anno sabbatico sembra pronto a ripartire; e la nazionale spagnola potrebbe essere un bel modo per ritornare in pista. Inoltre l’ex tecnico della Roma ha un curriculum di tutto rispetto. Con il Barcellona nel 2015 ha realizzato il triplete e complessivamente ha vinto dieci trofei, e dieci li ha vinto anche da giocatore.

Tra i candidati ci sono anche il c.t. dell’Under 21 Albert Celades, che lo scorso anno perse la finale dell’Europeo di categoria contro la Germania e che è molto apprezzato. Ma i pochi anni in panchina  potrebbero finire per penalizzarlo, soprattutto pensando alla gestione di uno spogliatoio ricco di giocatori importanti e dal carattere forte. Si fanno anche i nomi di Michel, ex tecnico di Olympiacos e Malaga, elegante centrocampista del Real Madrid degli anni ’80 e ’90, di Aitor Karanka, ex difensore del Real che ha fatto il vice di Mourinho ai ‘blancos’ prima di intraprendere in Inghilterra la carriera da allenatore. Non può essere tagliato fuori dall’elenco dei papabili l’ex tecnico di Liverpool, Napoli e Real Madrid Rafa Benitez.