Con le sfide di Genova e Milano, si apre ufficialmente la ventitreesima giornata del massimo campionato italiano. Dopo la chiusura del mercato invernale, che ha parzialmente modificato le rose di diverse squadre della Serie A, il pallone torna a rotolare e a recitare il ruolo da protagonista. Archiviate le semifinali d'andata di Coppa Italia, il weekend si apre con i due anticipi interessanti del sabato: Sampdoria-Torino e Inter-Crotone.

La Sampdoria a caccia del terzo successo

Reduce dalle vittorie con Fiorentina e Roma, la Sampdoria torna in campo a Marassi alle 18 contro l'ex Mazzarri. Per i blucerchiati, attualmente in corsa per l'Europa, si tratta della prima delle due gare consecutive al Ferraris. Il Torino, imbattuto nelle ultime cinque trasferte giocate in campionato, non parte però con i favori del pronostico. In casa Samp, i granata non vincono infatti dal lontano marzo 1993: da allora sei vittorie per i blucerchiati e cinque pareggi. Giampaolo non sa ancora se potrà disporre di Quagliarella, Mazzarri può invece sorridere: Belotti è pronto e potrebbe scendere in campo.

L'Inter riabbraccia Zenga

Ritrovare una vittoria che manca da otto giornate (cinque pareggi e due sconfitte nelle ultime sette) e placare la contestazione dei tifosi, dopo un mercato di gennaio al di sotto delle attese. E' questo l'obiettivo dell'Inter di Spalletti, che anche nella recente trasferta di Ferrara non è riuscita a portare a casa i tre punti. Nel match di San Siro, in programma alle 20,45, i tifosi nerazzurri avranno inoltre la possibilità di salutare un vecchio amico (Walter Zenga) e probabilmente di applaudire per la prima volta il nuovo arrivato Rafinha. Per Icardi, invece, le chance di scendere in campo sono praticamente pari allo zero.

Dzeko e la Roma all'esame Bentegodi

La trasferta di Verona della Roma di Eusebio Di Francesco, aprirà la domenica dedicata al pallone. Dopo la rotonda e clamorosa vittoria di Firenze, alle 12.30 lo stadio "Bentegodi" accoglierà la squadra di mister Pecchia che però non potrà contare sullo squalificato Kean: autore di due gol al "Franchi". Di Francesco potrebbe invece inserire De Rossi a centrocampo e mandare in panchina uno tra Pellegrini e Strootman. Davanti ci saranno Dzeko, Perotti ed El Shaarawy. Roma favorita, anche perché l’Hellas non vince in Serie A contro i giallorossi dall'ottobre 1996.

Juve e Napoli, duello a distanza

Tra le altre sfide, spiccano senza dubbio gli impegni di Juventus, Milan, Napoli e Lazio. Alle 15.00, i campioni d'Italia ospitano il Sassuolo con l'obiettivo di rimanere agganciati alla formazione di Sarri. Negli ultimi quattro precedenti allo "Stadium", i bianconeri hanno sempre vinto e contano di farlo anche in questa situazione nonostante le assenze di Dybala, Cuadrado e Bernardeschi. Nel Sassuolo, possibile esordio dal primo minuto per l'ex viola Babacar. Allo stesso orario va in campo anche il Napoli: impegnato nel derby con il Benevento. Al "Vigorito" Sarri giocherà con i suoi titolarissimi, mentre De Zerbi potrebbe lanciare subito il nuovo arrivo Puggioni. L’unico precedente fra le due squadre, nel massimo campionato italiano, è quello della gara d’andata terminata 6-0 per i partenopei.

Gli impegni di Milan e Lazio

Dopo le fatiche di coppa, anche Milan e Lazio tornano in campo. I rossoneri lo fanno in trasferta a Udine. Senza lo squalificato Samir, Massimo Oddo schiererà Angella e confermerà il 3-5-2 con la coppia De Paul-Lasagna in avanti. Nel Milan, che dovrà fare a meno di Rodriguez, dovrebbe giocare Antonelli sulla sinistra con Calabria a destra. Due i ballottaggi: quello fra Montolivo e Biglia e quello fra Cutrone e Kalinic. L'ultimo match della 23esima giornata, vedrà in campo lunedì sera alle 20.45 Lazio e Genoa. Inzaghi non avrà gli squalificati Lulic e Milinkovic (sostituiti da Lukaku e Felipe Anderson) e riformerà dall'inizio la coppia Immobile-Luis Alberto. Nel Grifone, Rossettini sostituirà lo squalificato Spolli in difesa e Rigoni prenderà il posto dell'infortunato Veloso.

Le probabili formazioni

Sabato ore 18.00

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, G. Ferrari, Strinic; Barreto, Torreira, Linetty; Ramirez; Quagliarella, Zapata.

TORINO (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N'Koulou, Burdisso, Molinaro; Baselli, Rincon, Obi; Iago Falque, Niang, Berenguer.

Sabato ore 20.45

INTER (4-3-3): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, D'Ambrosio; Vecino, Gagliardini; Candreva, Borja Valero, Perisic, Eder .

CROTONE (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis, Mandragora, Benali; Ricci, Trotta, Nalini.

Domenica ore 12.30

VERONA (4-3-3): Nicolas; A. Ferrari, Caracciolo, Vukovic, Fares; Romulo, Buchel, Valoti; Verde, Petkovic, Matos.

ROMA (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; El Shaarawy, Dzeko, Perotti.

Domenica ore 15.00

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Hateboer, Cristante, Freuler, Gosens; Ilicic; Petagna, Gomez.

CHIEVO (3-5-1-1): Sorrentino; Bani, Dainelli, Gamberini; Depaoli, Giaccherini, Radovanovic, Hetemaj, Gobbi; Birsa; Pucciarelli.

Domenica ore 15.00

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Mbaye, Gonzalez, Helander, Masina; Poli, Pulgar, Dzemaili; Di Francesco, Destro, Palacio.

FIORENTINA (4-3-3): Sportiello; Laurini, Milenkovic, Astori, Biraghi; Benassi, Badelj, Veretout; Chiesa, Simeone, Thereau.

Domenica ore 15.00

CAGLIARI (3-5-1-1): Rafael; Romagna, Castan, Ceppitelli; Faragò, Barella, Cigarini, Ionita, Padoin; João Pedro; Pavoletti.

SPAL (3-5-2): Meret; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Kurtic, Viviani, Grassi, Mattiello; Paloschi, Antenucci.

Domenica ore 15.00

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Rugani, Chiellini; De Sciglio, Khedira, Pjanic, Matuidi, Alex Sandro; Mandzukic, Higuain.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Lirola, Lemos, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan; Berardi, Babacar, Politano.

Domenica ore 15.00

UDINESE (3-5-2): Bizzarri; Angella, Danilo, Nuytinck; Larsen, Barak, Behrami, Jankto, Pezzella; De Paul, Lasagna.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Antonelli; Kessiè, Biglia, Bonaventura; Suso, Kalinic, Calhanoglu.

Domenica ore 15.00

BENEVENTO (4-3-3): Brignoli; Venuti, Djimsiti, Billong, Letizia; Cataldi, Sandro, Djuricic; Guilherme, Coda, D'Alessandro.

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.

Lunedì ore 20.45

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha; Caceres, Luiz Felipe, Radu; Marusic, Leiva, Parolo, Lukaku; Luis Alberto, Felipe Anderson; Immobile.

GENOA (3-5-2): Perin; Izzo, Rossettini, Zukanovic; Rosi, Omeonga, Bertolacci, L. Rigoni, Laxalt; Taarabt, Pandev.