L'Italia non è al Mondiale, ma sono in molti i protagonisti del calcio tricolore che hanno deciso di volare in Russia per seguire da vicino alcune partite di questa Coppa del Mondo. In tribuna per la partita inaugurale Russia-Arabia Saudita, c'era anche Carlo Ancelotti: il nuovo allenatore del Napoli. A poco meno di un mese dal ritiro di Dimaro, dove avrà modo di conoscere e allenare i suoi nuovi giocatori, il tecnico di Reggiolo è stato infatti avvistato allo stadio "Luhzniki".

La presenza dell'allenatore partenopeo a Mosca ha però un preciso motivo. Carlo Ancelotti è infatti stato ingaggiato dalla televisione messicana "Televisa", per fare da opinionista e commentatore (in spagnolo) per la fase a gironi di questo Mondiale. Un impegno suggestivo per "Carletto" che, al termine del suo lavoro televisivo, si concederà qualche giorno in vacanza e volerà in Canada.

A post shared by Carlo Ancelotti official (@mrancelotti) on

Ancelotti e il tifo per la "Tricolor"

A margine della rotonda vittoria della Russia sull'Arabia Saudita, l'allenatore emiliano ha così commentato in diretta televisiva il girone del Messico (inserito nel gruppo F con Germania, Svezia e Corea) e l'assenza della nazionale italiana: "Tutti gli allenatori vengono criticati, soprattutto i commissari tecnici delle nazionali. Il Messico deve fare il suo percorso passo dopo passo. Il girone è difficile. Sono molto triste perché non a questi Mondiali non c'è l'Italia, di conseguenza mi metto la maglia del Messico e faccio il tifo per il Messico".

Mentre il tecnico si trova dunque a Mosca per il Mondiale, a Napoli proseguono intanto le trattative di mercato per rinforzare la squadra. Il presidente De Laurentiis, dopo aver ascoltato le richieste di Ancelotti, è pronto a fare altri investimenti per accontentare il suo allenatore. Secondo indiscrezioni il prossimo colpo potrebbe essere quello di un portiere di livello, che possa raccogliere al meglio l'eredità di Pepe Reina.