Undici milioni di commissione a Mino Raiola, procuratore di Matthijs de Ligt. Settanta milioni all'Ajax. Dodici milioni netti per i prossimi cinque anni al calciatore, che diventerà così il secondo più pagato della rosa della Juventus dopo Cristiano Ronaldo (31 milioni). Clausola rescissoria da 150 milioni che consentirà ai bianconeri, in caso di cessione, di realizzare una plusvalenza cospicua e all'agente di ricavare ulteriori introiti dal ‘ragazzo' che rappresenta. Sono queste le cifre dell'operazione condotta con sagacia e determinazione dallo staff bianconero.

Matthijs de Ligt alla Juventus, trattativa in chiusura

E così, nella domenica in cui arriva la conferma ufficiale delle visite mediche che Adrien Rabiot effettuerà nella giornata di lunedì 1 luglio, le ultimissime notizie di calciomercato raccontano di come, ad oggi, sia ormai in chiusura anche la trattativa per il talento dei ‘lancieri' e della nazionale arancione. Un investimento importante e oneroso che può essere in parte ammortizzato grazie agli effetti del Decreto crescita varato dal Governo e in vigore a partire da gennaio 2020.

A 19 anni guadagnerà uno stipendio dorato

A 19 anni, il difensore centrale olandese vale già una miniera d'oro: 1 milione al mese, 32 mila 250 e rotti al giorno, 1344 euro all'ora, 22 euro al minuto e via discorrendo, giusto per dare una dimensione del ricco ingaggio che lo attende a Torino (suddiviso in una base di 7.5 milioni più altri 4.5 in bonus).

Cristiano Ronaldo lo aveva chiamato, lui ha detto sì

Con l'arrivo di Matthijs De Ligt la Juventus dà un ulteriore segnale, rilancia la sfida ai top club del ‘vecchio continente' nella corsa alla prossima edizione della Champions. Era stato il Barcellona a muovere i primi passi verso il calciatore: dopo aver preso De Jong, i blaugrana sognavano di affiancare il difensore a Piquet, piazzando così un caposaldo per il futuro. Da Parigi lo sceicco non aveva lesinato offerte per convincere il calciatore ad accettare ma alla fine ha prevalso il club italiano. Il club nel quale c'è quel Cristiano Ronaldo che è – per sua stessa ammissione – è sempre stato un idolo per il ‘ragazzino' dell'Ajax. Il campione che, poche settimane fa (in occasione della finale di Nations League) gli aveva messo un braccio intorno al collo sussurrando: "Perché non vieni da noi?". Detto, fatto.