Fuori da tutto. La Juventus non è più casa di Mario Mandzukic passato da colonna della squadra di Allegri a esubero in meno di un anno. Nel novero degli attaccanti viene dopo Gonzalo Higuain (che s'è ripreso posto in squadra e centralità nel progetto) e Paulo Dybala (pure lui con la valigia pronta): insomma, per lui non c'è più spazio a Torino. Il club lo ha messo sulla lista delle cessioni, la mancata partenza in questa estate ha complicato (anche) le scelte di Maurizio Sarri oltre a gravare sui costi di gestione della rosa. Fu lo stesso allenatore ad ammettere in una conferenza stampa che, prima o poi, sarebbero stati necessari dei tagli dolorosi di cinque, sei calciatori. Nell'ultima sessione delle trattative di calciomercato il croato è sembrato diretto prima a Manchester (sponda United), in Francia al Psg poi addirittura in Spagna al Barcellona. Perfino il Bayern Monaco s'era interessato al croato – destinazione che avrebbe gradito – ma tutto è rimasto lettera morta.

Il futuro dell'attaccante croato tra Qatar e Major League

Escluso dalla lista Champions e poi lasciato fuori anche dalla lista dei convocati per la gara di Firenze (la prima dopo la pausa per le nazionali), il destino di Mandzukic è segnato: ostinarsi a restare lo relegherebbe di fatto a un ruolo marginale, senza alcuna possibilità di farsi valere né opportunità di recuperare fiducia persa, scalare gerarchie. Nei giorni scorsi era emersa la possibilità di emigrare in Qatar, magari raggiungendo l'ex compagno di squadra, Mehdi Benatia, all'Al-Duhail ma lui non ha detto subito sì. È una pista che resta in piedi, in posizione defilata rispetto a un'ipotesi che – in base alle ultimissime notizie sul futuro – ha preso piede in queste ore e vede il calciatore diretto verso la Major Leagye americana. Dove? A Los Angeles, tra le fila dell'altro club della Città degli Angeli, ovvero i cugini/diretti rivali dei Galaxy.

Mandzukic a Los Angeles nonostante il mercato chiuso negli States

Quante possibilità ci sono perché Mandzukic accetti la nuova destinazione? Molte nonostante negli States in questo momento la finestra di mercato sia chiusa. Il calciatore, però, potrebbe iniziare ad allenarsi con i nuovi compagni di squadra (capolista della Western Conference), fare gruppo e tenersi pronto non appena si riaprirà la sessione dei trasferimenti.