Cosa succederà al termine della stagione in casa Inter? A prescindere da come finirà l'annata in corso, sembrano esserci numerose novità in corso all'orizzonte per la squadra nerazzurra. Non una vera e propria rivoluzione ma un restyling che dovrebbe passare dal cambio della guida tecnica, e di numerose pedine. Il tutto con l'obiettivo di rendere la rosa più competitiva dopo una stagione di alti e bassi che solo un finale in crescendo (con la qualificazione alla Champions, e la vittoria in Europa League) potrebbe evitare di considerare deludente.

Inter, cosa succederà al termine della stagione

L'imperativo della dirigenza dell'Inter è quello di ridurre il gap dalla Juventus. Dopo una stagione che sembrava iniziata sotto i migliori auspici, l'appuntamento è rimandato alla prossima estate quando si proverà anche con scelte decise a cambiare volto alla rosa nerazzurra. Questo accadrà a prescindere da come si concluderà la stagione attuale, anche se sarà la qualificazione in Champions sarà fondamentale per il futuro: in primis per il tesoretto proveniente dall'accesso alla massima competizione continentale, e poi anche per una questione di prestigio con gli obiettivi di mercato intrigati anche dalla possibilità di giocare nell'Europa che conta.

Gli obiettivi dell'Inter per la prossima estate

A tal proposito, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, i contatti tra il presidente Steven Zhang e la dirigenza sono costanti, soprattutto con l'amministratore delegato Marotta, arrivato a Milano nei mesi scorsi proprio nel tentativo di fare un salto di qualità. L'obiettivo primario è quello di colmare le lacune e aumentare la consapevolezza dei propri mezzi di una squadra che ha dimostrato di necessitare di numerosi innesti. Basti pensare che alla luce del caso Icardi, Spalletti a Cagliari è stato ancora una volta costretto a schierare Ranocchia nel finale nelle vesti di terminale offensivo.

I possibili successori di Luciano Spalletti all'Inter

E il restyling nerazzurro potrebbe partire proprio dal tecnico. Il destino di Luciano Spalletti sembra ormai segnato. La dirigenza dell'Inter sembra intenzionata ad un cambio della guardia in panchina nonostante un contratto con l'ex Roma fino al 2021. Un finale di stagione eccezionale potrebbe non bastare al toscano, con le indiscrezioni sui nomi dei possibili sostituti sempre più calde in quel di Milano. Oltre ad Antonio Conte, negli ultimi giorni si è parlato anche di Massimiliano Allegri. Tutto potrebbe dipendere da quello che accadrà alla Juventus, con i destini dei due club che potrebbero incrociarsi.

Quali sono gli obiettivi di calciomercato dell'Inter per il futuro

Con il tecnico poi si pianificherà un mercato che Marotta ha già iniziato ad allestire, senza ricorrere ad investimenti da record. In difesa sembra fatta per il colpo Godin, con l'Inter che proverà a chiudere anche per Matteo Darmian (dipenderà anche dal futuro di Cedric, in caso di mancato riscatto). Il reparto che necessita i maggiori investimenti sembra quello di centrocampo, dove si punterà al possibile innesto di un top player, come potrebbero essere Modric, Rakitic, e di un giovane di sicura prospettiva come Barella per il quale i nerazzurri si sono mossi da tempo. Tutte operazioni tutt'altro che semplici, alla luce di valutazioni di mercato importanti. E in avanti? Tutto da definire il caso Icardi, con la cessione dell'argentino tutt'altro che da escludere. Dal suo addio l'Inter si garantirebbe un buon tesoretto da investire su un nuovo bomber: Lukaku, Zapata, Dzeko e Werner sull'agenda di Marotta, senza escludere però dei nomi a sorpresa