Il pareggio polemico di Firenze e la sconfitta di Cagliari non sono costati solamente il terzo posto all'Inter in classifica, superata in ‘remuntada' da un Milan che aspetta di dare la mazzata definitiva ai cugini nel prossimo derby. Il ruolino di marcia nel girone di ritorno è pessimo, il peggiore delle prime cinque squadre in classifica, non all'altezza di un posto in Champions League, obbligo irrinunciabile per questa stagione. Senza dimenticare il secondo torneo in cui l'Inter è impegnata, l'Europa League.

E' per questo motivo che il presidente dell'Inter, Zhang, abbia tirato su il telefono e convocato Antonello, Ausilio, Marotta e Icardi.  Motivo? Risanare la frattura nel più breve tempo possibile con le parti che si guardino in faccia alla presenza del numero 1 della società. Una richiesta che è stata già inoltrata al nuovo ad con la speranza che tutto si possa fare subito.

Perché Zhang si è mosso in prima persona

L'obiettivo di Zhang – rivela il Corriere della Sera – è quella di porre una pezza immediata e riavere un giocatore importante come Icardi in campo a giocare per la squadra. Ma al di là delle buone intenzioni del presidente, tutto appare maledettamente complicato. Tanto che l'entourage di Icardi non fa un passo indietro e rilancia: Wanda Nara sarebbe pronta a lasciare anche la trasmissione ‘Tiki Taka‘ se l'Inter glielo chiedesse, ma non rinuncerà mai alla fascia da capitano tolta al marito.

Un ulteriore messaggio tutt'altro che distensivo e che ha un significato preciso: Mauro Icardi è stato umiliato senza apparente motivo e se l'Inter rivuole il giocatore in squadra gli deve ridare la fascia toltagli impunemente, altrimenti resterà a curarsi il ginocchio malandato. Dunque, la palla è ritornata tra i piedi della società che adesso prova un nuovo dribbling.

Gli obiettivi di Zhang: EL e Champions

Fino ad oggi la dirigenza nella figura del presidente era rimasta super partes, ma il vaso sarebbe colmo. Il tentativo estremo è provare a conciliare le posizioni per un paio di mesi, per avere in gruppo Icardi che male non farebbe nel tentativo di tenere il ritmo Champions e proseguire in Europa League: Francoforte è vicinissima e in casa nerazzurra si incomincia ad avere più di una insicurezza.