Il gesto un po' cafone e poi l'insulto rivolto ai tifosi dell'Atletico Madrid. "Hijos de puta, hijos de puta" è il labiale di Cristiano Ronaldo catturato da #Vamos de Movistar+ poco dopo la rete segnata su rigore nella fase cruciale della sfida, il gol che ha regalato la vittoria e la qualificazione ai quarti di finale di Champions alla Juventus. Una serata straordinaria, dirompente, fatale per il cinque volte Pallone d'oro e per i bianconeri che, con lui in squadra, sanno che sognare la conquista del trofeo è una missione possibile.

Il labiale e l'esultanza cafona catturati dalle telecamere

Fiducia e scarica di adrenalina, entusiasmo e grandi motivazioni rappresentano un mix esplosivo però – come si dice in gergo – la potenza è nulla senza controllo e l'ex stella del Real ha dimostrato di essere molto umano quando ha restituito al Cholo pan per focaccia con quell'esultanza inequivocabile e poi s'è lasciato scappare quella parolaccia nei confronti dei sostenitori colchoneros.

La Uefa valuta la sanzione nei confronti di CR7

Una reazione che potrebbe anche essere stata provocata dall'atteggiamento degli stessi tifosi iberici ma non mette al riparo Ronaldo da eventuali sanzioni da parte della Uefa. Sì, perché adesso rischia una sanzione della commissione disciplinare. Secondo quanto rivelato dal quotidiano Mundo Deportivo la Federazione starebbe pensando di infliggere al calciatore una multa o addirittura (nell'ipotesi più severa) una squalifica che lo escluderebbe dall’andata dei quarti di finale di Champions League.

Perché Ronaldo rischia la squalifica in Champions

Chiarito che CR7 può essere a rischio qualifica, la domanda che sorge spontanea è perché. Ovvero, con quali motivazioni la commissione della Federazione prenderebbe un provvedimento del genere nei confronti dello juventino? Molto dipende dal tipo di approccio scelto nella valutazione dell'episodio: se fosse considerato una provocazione ai tifosi madrileni potrebbe anche causare lo stop di 1 turno per il portoghese.