"Non faccio miracoli". Così Cristiano Ronaldo ha commentato l'eliminazione della Juventus in Champions per mano dell'Ajax parlando con mamma Dolores. Il portoghese, che ha segnato sia nella sfida d'andata che in quella di ritorno, avrebbe voluto un atteggiamento diverso dai suoi compagni, magari simile a quello sfoderato nel match contro l'Atletico. A conferma di questo, ecco un video relativo all'immediato post-gara di Juventus-Ajax in cui CR7 uscendo dal campo fa un gesto inequivocabile verso la panchina per evidenziare la paura di alcuni giocatori della Juventus.

Cristiano Ronaldo e il retroscena del video post Ajax-Juventus

Nelle ultime ore ha fatto il giro del web un video relativo a quanto accaduto dopo il fischio finale di Juventus-Ajax, match di ritorno dei quarti di finale di Champions che ha sancito l'eliminazione dei bianconeri. Nello stesso si vede Cristiano Ronaldo al momento dell'uscita dal terreno di gioco, alle prese con un botta e risposta a distanza con la panchina. CR7 con la mano destra fa un gesto inequivocabile aprendo e chiudendo le dita puntate verso l'alto, per evidenziare la mancanza di coraggio dei suoi. Come se non bastasse poi, il bomber della Juventus ha fatto cenno alla parte posteriore dei pantaloncini, sottolineando volgarmente che alcuni compagni "se la sono fatta sotto".

Cristiano Ronaldo, dal non faccio miracoli alla paura dei compagni

Un video che sembra fare il paio con le parole del deluso Ronaldo a mamma Dolores ("non faccio miracoli") ed evidenziare il "mal di pancia" del calciatore arrivato nella scorsa estate proprio per alzare l'asticella delle ambizioni Champions della Juventus. Stuzzicato sull'episodio in conferenza stampa, Massimiliano Allegri ha reagito così: "La Champions è finita e siamo andati a casa, ciò che è stato scritto di Ronaldo conferma che il suo arrivo alla Juventus non comporta la vittoria sicura. Il Barcellona quest'anno dopo quattro stagioni gioca una semifinale e hanno Messi. Nel calcio ci sono tante componenti. Abbiamo preso gol in modo rocambolesco, per un tiro che chissà dove finiva ed è andato sui piedi di uno che poi ci ha segnato. Se vince solo una il campionato vuol dire che abbiamo fatto una grande stagione. Poi dopodomani se vinciamo lo scudetto apriamo l'uovo di Pasqua, mangiamo un po' di cioccolata fondente che porta il buonumore e poi si vede".