Il ritorno al Parco dei Principi non poteva essere peggiore per Carlo Ancelotti. L'ex allenatore del Paris Saint-Germain, da questa estate sulla panchina del Napoli, torna infatti a casa con un pareggio beffa: maturato al 93esimo quando tutti già stavano festeggiando un prestigioso successo. Al termine della sfida, ai microfoni di Sky, il mister partenopeo ha così analizzato la partita: "C'è la soddisfazione per la bella prestazione e il rammarico per non aver portato a casa tre punti – ha esordito il tecnico – Purtroppo loro hanno talmente tanta qualità, che si possono inventare anche un gol all'uomo minuto. Questo però non macchia la nostra buona partita. Per noi è stato un buon test per il ritorno che sarà decisivo per il passaggio del turno. Avremo la fortuna di giocare in casa, e sarà un'arma in piu".

Grazie ad una gara molto attenta, il Napoli è dunque riuscito a mettere in grande difficoltà i campioni di Francia: "Con i loro tre attaccanti in campo, non hanno un equilibrio fantastico – ha aggiunto Ancelotti – Nel secondo tempo hanno invece cambiato il sistema e qualche problema sono riusciti a crearcelo. Il ritorno? Può darsi che si ripresentino con questo modulo, ma poco cambia perché siamo riusciti dopo il pareggio a trovare le misure e siamo tornati ad avere il controllo della partita. Avevamo superiorità in mezzo e questo ci ha facilitato il fraseggio".

La poca cattiveria

"L'aiuto dei due attaccanti, che a turno rientravano, ci ha permesso di avere buon controllo sulla partita. Se lasci in mano il gioco a loro, con il contropiede che hanno, rischiano di farti male. Stasera è andata bene e Allan e Hamsik sono stati importanti. L'unico appunto che posso muovere ai miei è la poca cattiveria sottoporta nel primo tempo. Abbiamo avuto delle occasioni ma siamo stati leziosi e le abbiamo sprecate".

"E' stata una grande emozione tornare a Parigi, qui ho passato un bel periodo e ho rivisto con piacere tanti giocatori. Di Maria? Non posso essere arrabbiato con lui – ha scherzato infine Ancelotti – Per quello che ha fatto quando era con me a Madrid gli sono ancora grato. Certo, se tirava fuori era meglio. Buffon in campo a Napoli? L'ho visto e mi ha detto che è in forma".