Gedda (Jeddah nella dizione araba) il luogo, King Abdullah Sports City lo stadio o anche come viene chiamato in Arabia Saudita, “Il Gioiello Splendente” che ospiterà per una notte Juventus e Milan che si contenderanno l’ambita Supercoppa italiana. Sarà un match importante soprattutto perchè in ballo, oltre al trofeo, ci sono tantissimi altri fattori. Si incrocerà nuovamente Higuain contro il suo recente passato in un periodo in cui il Pipita sembra essere ormai lontanissimo dalla permanenza in rossonero, già per la fine di gennaio (Piatek l’alternativa immediata). Ma non è tutto.

Sarà l’ennesima sfida tra Max Allegri e il suo ex Milan con cui ha vinto il suo primo scudetto della carriera nella stagione 2010/2011. Certo, nella stagione dei record dei bianconeri, c’è davvero poco da confrontare con un Milan che invece continua a leccarsi le ferite di una stagione altalenante ma che probabilmente anche quest’anno regalerà poco al popolo rossonero. E allora meglio cercare di mettere in tasca un trofeo e continuare l’annata con meno affanni. Ma come fare a fermare Cristiano Ronaldo che si incrocerà con Higuain? Ecco un focus tattico basato sui numeri della gara di Gedda.

Il 4-3-3 di Allegri contro il 4-4-2 di Gattuso

Non si schiereranno a specchio le due squadre. Allegri non cambia e cercherà di mettere in campo la migliore formazione per abbattere l’eventuale muro del Milan. Il 4-3-3 è ormai un marchio di fabbrica collaudato e ben funzionante quello della Juventus che proverà ancora una volta ad offendere sia per via esterna che con le verticalizzazioni. Allegri proverà a colmare l’assenza di Mandzukic con Douglas Costa sulla sinistra sfruttando CR7 al centro del tridente completato da Dybala. Gattuso invece si affiderà al 4-4-2 con Higuain e Cutrone davanti e Paquetà a sinistra in un centrocampo completato da Bakayoko, Kessie e Calhanoglu che dovrà fare gli straordinari per contenere Pjanic, Bentancur e Matuidi maestri dell’equilibrio, rottura e ripartenza.

Le probabili formazioni di Juventus–Milan (WhoScored)
in foto: Le probabili formazioni di Juventus–Milan (WhoScored)

Nell’ultimo confronto giocato dalle due squadre, le statistiche mostrano come la Juventus (a destra) abbia sfruttato maggiormente il lato sinistro del campo con Alex Sandro e Mandzukic che duettavano benissimo insieme, ma anche per vie verticali dove per il 26% contro il solo 18% del Milan ha messo alle corde i rossoneri. Sarà quella la chiave della partita perchè Allegri punterà molto sulla poca applicazione tecnica di un centrocampo rossonero poco funzionale al momento alle idee di Gattuso.

Le zone del campo dove le squadre hanno attaccato di più nell’ultimo confronto
in foto: Le zone del campo dove le squadre hanno attaccato di più nell’ultimo confronto

Tiri in porta e passaggi: Juventus e Milan non così distanti

La Juventus non ha rivali e questo è fuori discussione, ma il Milan tiene comunque il passo. La squadra rossonera si trova infatti al quarto posto per numeri di passaggi effettuati nella classifica generale di Serie A. Segno che comunque Gattuso predilige il gioco di squadra, il fraseggio e il giro palla che molto spesso porta a cross interessanti, tesi, verso il centro e verticalizzazioni che, specie ad inizio campionato, hanno portato Higuain a realizzare diversi gol. Sono 532,1 a partita i passaggi del Diavolo contro 603,9 della Juventus che stando a questi numeri sembra davvero irraggiungibile.

La classifica di Serie A dei passaggi a partita (WhoScored)
in foto: La classifica di Serie A dei passaggi a partita (WhoScored)

Ma non è un problema insormontabile per un Milan che comunque sa il fatto suo anche in quanto a tiri in porta. Gattuso, come dicevamo, è bravo a far arrivare i suoi in porta e spesso, anche con Bakayoko, può essere un’insidia dato che i numeri parlano di un ennesimo quarto posto a 17,3 tiri a gara. La Juventus è seconda in questa graduatoria con 18,4 rispetto ai 18,5 del Napoli. La classe di CR7 che spesso si libera al tiro con il destro e le magie di Dybala e gli inserimenti dei centrocampisti fanno si che questa possa essere una delle insidie maggiori per i rossoneri.

La classifica di Serie A dei tiri in porta a partita (WhoScored)
in foto: La classifica di Serie A dei tiri in porta a partita (WhoScored)

La Juventus ha sempre vinto contro il Milan negli ultimi 2 anni

Non c’è storia però, perchè la Juventus in due anni è sempre uscita a testa altissima dagli incontri giocati contro il Milan. Nelle ultime 6 gare prese in considerazione, a partire dalla prima del 2017 il 25 gennaio, la Juventus non ha mai conosciuto la parola sconfitta. Prima il 2-1 rifilato ai rossoneri allo Stadium per finire al recente 0-2 di San Siro con conseguente rosso e rigore fallito da Gonzalo Higuain. Nel mezzo, altre quattro partite oltre a queste due: tutte vinte dalla Juventus con almeno due gol realizzati.

I precedenti nelle ultime 6 gare tra Juventus e Milan (WhoScored)
in foto: I precedenti nelle ultime 6 gare tra Juventus e Milan (WhoScored)

Il passivo più pesante per il Milan fu il 4-0 del 9 maggio quando i ragazzi di Allegri si scatenarono contro il povero ed incolpevole Donnarumma. In totale sono stati dunque 15 i gol realizzati dalla Juventus e quindi subiti dal Milan negli scontri diretti e solo 3 i gol messi a segno dai rossoneri e subiti dai bianconeri che hanno mantenuto praticamente inviolata la partita per metà dei 6 incontri presi in considerazione negli ultimi due anni.

Il confronto tra CR7 e Higuain

Non ci prenderete per pazzi se dicessimo che stiamo parlando di due fenomeni. I tanti tifosi della Juventus infatti in estate già sognavano di vedere insieme Cristiano Ronaldo e Higuain (che hanno anche posato insieme nel primissimo allenamento del portoghese al suo arrivo alla Continassa). Ma poco importa, adesso saranno nuovamente avversari dopo quell’incontro a San Siro a novembre in cui CR7 è andato in gol e Higuain ne è uscito peggio di tutti sbagliando un rigore, facendosi espellere finendo praticamente lì il suo percorso al Milan. L’argentino infatti da lì in poi non si è mai più ripreso e i suoi soli 6 gol ne sono la conferma.

Il confronto statistico in stagione tra CR7 e Higuain (fonte whoscored.com)
in foto: Il confronto statistico in stagione tra CR7 e Higuain (fonte whoscored.com)

A differenza dei ben 14 del portoghese che non ha alcuna voglia di fermarsi dopo aver giocato già 18 gare contro le 15 del Pipita. Ben 5 assist dell’ex Manchester United contro uno solo dell’argentino e una precisione passaggi che però vede entrambi appaiati a 85,3 e 83,7 per Higuain, sintomo della grossa importanza tecnica che ricoprono i due giocatori in squadra. La loro differenza? Sta nella squadra in cui giocano: Cristiano tira 6,6 volte a partite, Higuain solo 3,7. Numeri distanti che mostrano anche un diverso modo di approccio alla gara da parte di Juventus e Milan.