Come sta Mauro Icardi? Il centravanti argentino sarà convocato per Inter-Sampdoria? Luciano Spalletti nella classica conferenza stampa della vigilia ha fugato ogni dubbio sulla situazione dell'ormai ex capitano reduce da giornate a dir poco complicate dopo la scelta del club di assegnare la fascia a Samir Handanovic. Una situazione presa secondo il tecnico "per il bene della squadra", con Maurito che contro i blucerchiati non sarà nemmeno in panchina non essendo in condizione di giocare, a causa di alcuni problemi fisici.

La decisione su Mauro Icardi presa per il bene dell'Inter, la conferenza di Spalletti

Impossibile non partire dal caso Icardi. Luciano Spalletti nella conferenza stampa di presentazione di Inter-Sampdoria, parte dall'argomento legato al bomber argentino al quale è stata tolta la fascia di capitano. Il tecnico è tornato sui motivi che hanno spinto la dirigenza a prendere questa decisione nei confronti di Maurito con il quale ieri Spalletti ha avuto un lungo dialogo: "Questo è grosso modo il dialogo di ieri col giocatore. È un provvedimento verso la correttezza per quello che riguarda l'Inter e il gruppo. Non è stata presa una decisione contro Icardi, è una decisione a favore dell'Inter. La correttezza verso la squadra va messa davanti a tutto. Siamo disposti a passare sopra a tutto e a tutti per il bene della squadra"

Perché Mauro Icardi non sarà convocato per Inter-Sampdoria

Ma il bomber che ha deciso di non prendere parte alla trasferta di Europa League in casa del Rapid Vienna, ci sarà nel match di campionato contro la Sampdoria? L'Inter dovrà fare nuovamente a meno di Icardi, che non è in condizione di giocare a causa di un problema fisico: "Come è stato comunicato dalla società, Icardi ha un problema e per il momento non è in condizione di giocare. Non sarà convocato perché ha questa infiammazione. Icardi non c’è domani, ci sono gli altri e a me domani sera interessano gli altri Anche per Keita dovremo aspettare qualche giorno in più".

Il brutto episodio del sasso contro l'auto di Wanda Nara

Per chiudere il discorso non può mancare una battuta per stigmatizzare quanto accaduto in mattinata, con il sasso lanciato verso l'auto con a bordo la moglie-agente di Mauro Icardi Wanda Nara, con i bambini: "Se lei mi cita l’episodio del sasso di stamattina spero che venga preso quello che ha fatto questa cosa e va denunciato. Questo non va bene ma a noi viene richiesto di avere una forza ben chiara e visibile per il risultato della partita e la maglia che indossiamo. Sguardo fisso verso questa direzione".

Lautaro Martinez guiderà l'attacco dell'Inter contro la Samp, le parole di Spalletti sul Toro

Toccherà ancora una volta a Lautaro Martinez dunque fare le veci di Mauro Icardi. Dopo il gol al Rapid Vienna, il tecnico dell'Inter si aspetta un'altra buona prova dal "Toro", che dimostra di stimare molto: "A chi mi indicava di far giocare Icardi con Lautaro ho sempre risposto che possono giocare insieme ma hanno caratteristiche diverse. Bisogna vedere se Lautaro ha la stessa forza di Mauro sotto porta. Ha una personalità forte e lo dimostra come ha preso il pallone sotto il braccio per battere il rigore. Fuori dall'area è più disinvolto di Mauro a venirsi a prendere la palla. Icardi finché resterà all'Inter lo vogliamo usare perché è una forza dell'Inter che vogliamo far convogliare per il bene della squadra, non per quello individuale. Lautaro è un mio calciatore, è uno di quelli che si butta nel fuoco. Mi piace a pelle come calciatore. Per modo di fare, per impeto, per come ti guarda. Mi piace"