Dalla felicità per l'ormai prossimo ritorno in campo dopo il grave infortunio al ginocchio rimediato novembre, alla disperazione per un nuovo crack allo stesso arto. Quella di ieri è stata una giornata terribile per Faouzi Ghoulam e per il Napoli. L'esterno algerino è finito nuovamente ko al ginocchio destro: frattura alla rotula, nuova operazione chirurgica e dunque nuovo periodo di stop. Una notizia che ha fatto calare il gelo a Castelvolturno, con Sarri che sarà costretto a fare ancora di necessità virtù sulla corsia sinistra, anche perché la società non ha intenzione di attingere alla lista degli svincolati sul mercato

Ghoulam, nuovo infortunio al ginocchio e operazione. Ecco i tempi di recupero

Subito dopo l'infortunio al ginocchio Faozui Ghoulam si è recato a Roma. Qui il professor Mariani, che lo aveva già operato a novembre, ha prima confermato la frattura della rotula e poi diretto il nuovo intervento chirurgico, perfettamente riuscito. A fare il punto della situazione sulle condizioni del ragazzo e soprattutto sulle tempistiche di recupero ci ha pensato il Napoli con una nota ufficiale in cui si specifica che Ghoulam "Sarà valutato tra 15 giorni e dovrebbe ritornare in campo per allenarsi tra un mese". Il ritorno in campo dell'algerino potrebbe andare in scena più o meno a fine aprile, anche se ora l'imperativo è quello di non forzare i tempi, motivo per cui non è da escludere anche l'arrivederci alla prossima stagione.

Ghoulam ko, il Napoli non torna sul mercato degli svincolati

Il nuovo infortunio di Ghoulam ha complicato dunque i piani del Napoli. In un primo momento lecito ipotizzare un possibile ritorno sul mercato per gli azzurri, che avrebbero potuto attingere alla lista degli svincolati, gli unici tesserabili da qui a giugno. In attesa dell'assalto estivo a Grimaldo, i nomi più caldi erano quelli di Tremoulinas, Siqueira e Mesbah. Alla fine però il club del presidente De Laurentiis ha chiuso a questa possibilità scegliendo dunque di fare di necessità virtù con la soluzione interna.

Le alternative interne a Ghoulam del Napoli

Maurizio Sarri dunque continuerà a puntare su Mario Rui nelle vesti di principale sostituto di Ghoulam, come accaduto in questi mesi. Non è da escludere anche la possibilità di adattare Hysaj a sinistra e puntare a destra sull'esperienza di Maggio, una soluzione B adottabile magari non negli scontri diretti.

Dalla Primavera ecco D'Ignazio e Scarf

Per cautelarsi ulteriormente il Napoli potrà contare anche soprattutto in panchina su due giovani risorse provenienti dalla Primavera che saranno aggregati con continuità alla prima squadra si tratta degli esterni sinistri Luigi D'Ignazio (classe 1998) e Michael Scarf (classe 1999), come confermato dal Corriere del Mezzogiorno. Il primo è reduce dal prestito al Cuneo in Lega Pro, il secondo invece oltre a giocare con la Primavera ha già respirato l'aria della prima squadra visto che Sarri lo ha aggregato al suo gruppo in diverse occasioni.