Il Milan si candida ad essere una delle squadre che si muoverà di più nel mercato di gennaio i limiti sono ancora incerti: se il colpo Lucas Paquetà è già in cassaforte, dall'altro i rossoneri sono in attesa per le sanzioni Uefa e i paletti del Fair Play Finanziario per capire come lavorare per regalare dei rinforzi a Gennaro Gattuso. Gli ultimi infortuni in rosa hanno portato al minimo le opzioni per i tecnico rossonero e così si fa sempre più concreta l'idea di dover operare su mercato e nelle ultime ore da Siviglia arrivano buone notizie: il ds Caparròs ha annunciato il riscatto di André Silva per 35 milioni di euro. Il dirigente spagnolo si è espresso sull'attaccante portoghese, arrivato in prestito oneroso (tre milioni di euro) la scorsa estate, e ha dichiarato: "I tifosi stiano tranquilli, André Silva rimarrà a lungo con noi, abbiamo il diritto di riscatto su di lui e lo eserciteremo a fine stagione, o anche prima".

La sanzione Uefa potrebbe portare anche ad un limitazione del mercato in entrata ma l'affare Paquetà è già fatto e pesa per 35 milioni di euro totali sul bilancio, anche se non è ancora chiara la formula esatta del trasferimento del brasiliano: per il calciatore del Flamengo dovrebbe esserci un esborso limitato nell'immediato e il resto spalmato su più bilanci.

Mercato di gennaio: Ibra e Sensi

Intanto per gennaio si parla ancora molto di un ritorno di Zlatan Ibrahimovic, anche per soli sei mesi, ma è molto probabile che per i rinforzi peserà anche la scelta sull'eventuale riscatto di Bakayoko, che pare stia entrando in sintonia con la Serie A. Se la seconda parte della seconda parte dovesse risultare positiva, il Milan potrebbe bussare di nuovo al Chelsea chiedendo uno sconto sui 35 milioni chiesti dai Blues. Si parla molto anche dell'interesse per Stefano Sensi del Sassuolo, il cui cartellino si aggira intorno ai 20 milioni di euro; e Diego Godinin scadenza di contratto a giugno con l'Atletico Madrid; ma finora non ci sono riscontri.