Rinforzare il centrocampo e plasmarlo secondo le esigenze tattiche del neo allenatore, Marco Giampaolo. Due le piste che il Milan sta seguendo secondo le ultime notizie di calciomercato che raccontano in tempo reale dell'interesse concentrato, ad oggi, su due calciatori. Il primo è un pupillo del tecnico che lo ha avuto ai tempi della Sampdoria: si tratta di Lucas Torreira, 23 anni, mediano attualmente impegnato in Copa America con l'Uruguay. Il secondo è il classico colpo a parametro zero che porta in dote esperienza, personalità e stuzzica in virtù del rapporto qualità/prezzo: Daniele De Rossi, ex capitano della Roma.

La trattativa per Lucas Torreira: contratto e stipendio, quanto costa

E' legato all'Arsenal da un contratto fino al 2023 e a Londra è sbarcato nell'estate scorsa quando i Gunners versarono 26 milioni di sterline (circa 30 milioni in euro) nelle casse dei blucerchiati. In Inghilterra guadagna uno stipendio di 84 mila euro a settimana, 336 mila euro al mese, circa 4 milioni all'anno: cifre che possono essere proibitive considerate le esigenze di bilancio del club – gravato dalla necessità di riportare in ordine i conti entro il 2021 – e la somma richiesta dal club per lasciarlo partire. Quanto vale Torreira? In base alla quotazione del portale specializzato Transfermarkt l'asticella adesso è a 55 milioni di euro, quasi il doppio rispetto all'investimento fatto dall'Arsenal nell'estate scorsa. E' anche per questa ragione che servirà tutta l'opera di mediazione e i buoni uffici dell'ad, Ivan Gazidis (ex proprio dei londinesi), per portare avanti un'operazione difficile anzitutto per la portata dei costi oltre alla volontà effettiva del club di privarsi del calciatore dopo una sola stagione.

La trattativa per Daniele De Rossi, le possibili cifre dell'affare

Daniele De Rossi ha sciolto al riserva e ha ammesso che resterà a giocare in Serie A, avendo scartato le ipotesi Cina oppure Stati Uniti emerse da quando ha lasciato i giallorossi. A 35 anni può essere un rinforzo molto utile considerati carattere, grande esperienza e una duttilità tattica che in campo lo ha visto ricoprire i ruoli di centrale di centrocampo, mediano davanti alla difesa oppure centrale nel pacchetto arretrato. A caldeggiare l'operazione è il nuovo direttore sportivo, Massara, che lo avrebbe trattenuto nella Capitale prima di accettare il nuovo incarico a Milano. I costi? Molto bassi:  De Rossi arriverebbe a parametro zero e con uno stipendio possibile rispetto a quanto guadagnava a Roma (3 milioni netti a stagione).