Neanche il tempo di fare un bilancio per quanto fatto in questo 2017 che in casa Inter è già tempo di mercato. Sabatini, Ausilio e tutta la squadra mercato nerazzurra è infatti già a lavoro sia per l’imminente sessione di riparazione che prenderà ufficialmente il via il 3 gennaio che per la campagna di rinforzamento per la prossima stagione. Ecco nel dettaglio qual è al momento la situazione del club meneghino.

Un difensore centrale, un trequartista e un vice Icardi

Innanzitutto andiamo a vedere quali sono le pedine che mancano per completare l’attuale rosa a disposizione di Luciano Spalletti. Per prima cosa alla rosa nerazzurra andrà aggiunto certamente un difensore centrale che vada a completare il reparto composto al momento dai soli Miranda, Skriniar e Ranocchia così come un trequartista “puro” in grado di raccordare centrocampo e attacco come raramente sono riusciti a fare fino ad oggi Brozovic e Joao Mario.

Questi gli innesti più urgenti da fare, ma non gli unici: sarà necessario infatti allungare la panchina nerazzurra trovando dei calciatori in grado di proporsi come valida alternativa ai titolari. Mancano infatti ad oggi sia un vice – Perisic che un vice – Icardi che possano far riposare i due fuoriclasse dell’attacco interista. Stesso discorso per il centrocampo dove i soli Vecino, Borja Valero e Gagliardini sembrano non bastare per un‘eventuale prossima stagione con impegni europei.

Chi può prendere a gennaio: idea Yanga-Mbiwa, sogno Pastore

In questa imminente sessione di mercato Sabatini e Ausilio proveranno con molta probabilità a colmare le lacune più gravi palesate dalla rosa nerazzurra in questa prima parte di stagione “regalando” a Spalletti almeno un difensore centrale e un trequartista. Per la difesa il sogno è Stefan De Vrij (25 anni), in scadenza a giugno 2018 con la Lazio, che però difficilmente potrà muoversi già a gennaio a meno di un elevato esborso economico per anticipare la serrata concorrenza di Barcellona, Manchester City e Juventus (comunque poco realistico data la possibilità di prenderlo a parametro zero a giugno).

Data anche la scelta della proprietà non immettere ulteriori fondi nella società, risulta quindi più probabile un rinforzo “più economico” come l’ex Luca Caldirola (26), oggi al Werder Brema, o l’ex Roma attualmente al Lione Mapou Yanga-Mbiwa (28) che arriverebbe in nerazzurro in prestito come soluzione low cost per i prossimi sei mesi prima di girarlo allo Jangsu (la squadra cinese di proprietà del gruppo Suning) in estate.

La pista più calda sembra però essere quella che porta all’arrivo anticipato del giovane Alessandro Bastoni (18) già acquistato la scorsa estate ma lasciato in prestito all’Atalanta. Mentre per il ruolo di trequartista, esclusa la pista Ramires, intanto si continua a trattare anche per il trequartista argentino del PSG, Javier Pastore (28) anche se ancora i due club sembrano essere molto distanti dato che l’Inter vorrebbe uno scambio di prestiti con il portoghese Joao Mario, soluzione che non sembra convincere i transalpini.

Ancora più difficile la trattativa con il Barcellona per portare in nerazzurro l’ex milanista Gerard Deulofeu, ulteriormente chiuso al Barça dal probabile arrivo in blaugrana dell’ex nerazzurro Coutinho, ma per il quale andrebbe fatto un investimento economico elevato non in linea con la politica auspicata dalla società per questa imminente sessione di mercato di gennaio. Stesso discorso vale per l'altro giocatore in uscita dal Barcellona, Aleix Vidal (28).

Chi arriverà a giugno: in corsa per De Vrij.  Si tratta con l’Udinese per Barak e Jankto

L’Inter nel frattempo si sta muovendo anche in vista della nuova stagione, per la quale ci sarà un ingente rafforzamento, soprattutto qualora si dovesse centrare la qualificazione alla prossima Champions League. Oltre al già citato Alessandro Bastoni, difatti, gli uomini mercato del club meneghino stanno già lavorando per rinforzare la rosa a disposizione di Luciano Spalletti.

Per la difesa l’obiettivo principale rimane l’olandese della Lazio Stefan De Vrij con il quale i nerazzurri sembrano aver trovato già l’accordo economico e che arriverebbe a giugno a parametro zero. A complicare la situazione è però la grande concorrenza sul giocatore che fa gola a tanti top club europei.

Per il centrocampo invece si guarda in casa Udinese. Il prescelto sembra essere infatti Antonin Barak (21), grande protagonista nelle ultime giornate di campionato con la maglia dei friulani, per il quale si sta già trattando sulla base di 20 milioni di euro. Un’operazione che, se dovesse andare in porto, difficilmente pero potrà portare il centrocampista ceco alla Pinetina già a gennaio. Piace anche il compagno di squadra e connazionale Jakub Jankto (23) sul quale però al momento sembra essere in vantaggio il Milan. Per il ruolo di vice-Icardi con molta probabilità invece si guarderà invece all’estero.