Alla prima Champions League della sua carriera Mauro Icardi sta confermando di avere il gol nel sangue. Pesantissimo quello segnato per regalare il pareggio all'Inter contro il Barcellona nella 4a giornata della fase a gironi. Il terzo in quattro partite del trofeo continentale per il capitano nerazzurro, che nonostante i pochi palloni toccati si è rivelato ancora una volta decisivo. E l'Inter si aggrappa ai gol di Mauro Icardi per puntare agli ottavi di finale di Champions, un obiettivo che sembra alla portata della formazione di Spalletti.

Mauro Icardi e il rendimento in Champions League, quanti gol ha segnato

Il gol segnato da Mauro Icardi in Inter-Barcellona ha confermato il super rendimento europeo del capitano. Nelle prime 4 partite di Champions League della sua carriera, l'attaccante ha segnato 3 gol: il primo splendido per guidare la rimonta vittoriosa contro il Tottenham, il secondo al Psv, e il terzo per rispondere al brasiliano Malcom. 9 reti in 12 presenze stagionali complessive per Maurito dimostratosi ancora una volta un bomber di razza: basti pensare che questa sera ha toccato circa 16-17 palloni complessivamente, capitalizzando dunque le poche occasioni avute a disposizione.

Icardi esalta il Barcellona, squadra migliore al mondo

Ai microfoni di Sky Sport dopo il fischio finale di Inter-Barcellona, Icardi ha fatto il punto sulla partita dei nerazzurri: "Abbiamo sofferto, perché abbiamo giocato contro quella che secondo me è la migliore squadra al mondo. Abbiamo corso tanto, perché i nostri avversari hanno impostato il loro classico possesso palla. Ma non ci siamo arresi, restando sempre in partita. E alla fine il pareggio è arrivato. Forse potevamo fare qualcosa in più, in modo da vincere anche questa partita".

Il bomber fortunato e il talismano Icardi

Grande umiltà quando si parla della prestazione individuale, con Icardi che si è detto anche fortunato per essere al posto giusto al momento giusto: "Sono stato anche un po' fortunato la palla è arrivata proprio a me. L'esempio è quello della partita contro il Tottenham: ci abbiamo creduto, abbiamo continuato a giocare e sono arrivati i due gol". In conclusione una battuta sul compagno di squadra Vecino entrano in maniera decisiva nell'azione del gol e confermatosi fondamentale per l'Inter: "Lo teniamo in campo fino alla fine, non sia mai la prende, anche se è stremato".