Maurizio Sarri lascerà il Chelsea e accetterà il trasferimento alla Juventus? Il copione è già scritto e tutto lascia presagire che il tecnico toscano sia il prossimo allenatore dei bianconeri. Una scelta netta, di rottura rispetto al passato, "rivoluzionaria" come definita da Arrigo Sacchi: perché sia compiuta mancano ancora alcuni tasselli importanti. Uno in particolare: la risoluzione consensuale del contratto che attualmente lo lega per altri due anni al club di Stamford Bridge. In tal senso è previsto in queste ore un incontro tra i suoi agenti e lo stato maggiore della società. Alessandro Pellegrini (procuratore dell'ex azzurro) e Fali Ramadani (intermediario di mercato molto influente) saranno ricevuti a Londra da Marina Granovskaia, la donna manager che gode della fiducia assoluta di Roman Abramovich: sarà allora che verrà fatta chiarezza e presa una decisione sul futuro del tecnico.

Cosa faranno i Blues: accetteranno le condizioni (dietro pagamento di un indennizzo da circa 6/7 milioni) oppure chiederanno all'allenatore di restare? Un'ipotesi, quest'ultima, che fino a qualche giorno fa sembrava impraticabile con Frank Lampard già sull'uscio ma dopo la bella vittoria (4-1) in finale di Europa League contro i Gunners lo scenario non è più così scontato. La domanda è semplice: perché lasciare andare via il manager che, al primo anno in Inghilterra, chiude al terzo posto in campionato, ottiene la qualificazione alla Champions, perde solo ai rigori la finale di Coppa nazionale ma si riscatta conquistando il trofeo nel derby continentale a Baku? Già, perché? Anche questo sarà oggetto della discussione sul futuro di Sarri.

Perché mandare via Sarri? Se lo chiede anche la stampa inglese, la stessa che non ha mai fatto sconti al tecnico toscano affondando colpi durissimi soprattutto all'indomani dei sei ceffoni presi sul muso nella sfida contro il City di Guardiola. L'opinione espressa dal quotidiano The Sun rende abbastanza bene qual è la linea che accomuna molti organi d'informazione: "Abramovich dovrebbe porre fine all'incertezza e offrirgli un nuovo contratto dopo la strepitosa vittoria in Europa League".