Robert Lewandowski e sua moglie Anna Stachurska
in foto: Robert Lewandowski e sua moglie Anna Stachurska

Chi è il calciatore dell'anno 2015? Né Messi, favoritissimo per l'assegnazione del Pallone d'Oro e le vittorie conquistate assieme al Barcellona. Né Cristiano Ronaldo, reduce da una stagione scandita dai record battuti a livello persona ma avara di soddisfazioni a Madrid. Il giocatore che, in base alle statistiche della Opta, guadagna la copertina è l'attaccante polacco del Bayern Monaco, Robert Lewandowski. Una vera macchina da gol, un cannoniere implacabile, un cecchino d'area di rigore ambito dai top club pronti a lanciare l'assalto sul calciomercato (Real Madrid): le cinque reti segnate in nove minuti al malcapitato Wolfsburg sono l'esempio tangibile di quanto possa essere devastante sotto porta. Da ragazzino aveva un fisico gracile, per molti non era adatto a sopportare gli urti della vita e del campo.

Poi è cresciuto e ha fatto sì che tutti si ricredessero… compreso il Genoa di Preziosi che nel 2010 fu a un passo dall'ingaggiare la punta che il massimo dirigente del Grifone definì "troppo costosa". Lewandowski approdò al Borussia Dortmund e accanto a Reus costituì un tandem offensivo micidiale, alimentando il ‘piccolo' miracolo allevato da Klopp. Letale, sempre, anche nella realtà virtuale dei video-giochi: averlo a Fifa 15 oppure a Fifa 16 è d'obbligo per chi vuole allestire una squadra invincibile. Qual è il segreto del suo successo? Sua moglie, Anna Stachurska, ha rivelato che è tutto nella colazione che lei stessa prepara per il marito campione. C'è da crederle, in fondo è la stessa persona che nell'estate scorsa salì a bordo di un elicottero perché aveva voglia di mangiare brioches ma a Stanclewo – paesino di 400 abitanti dove i coniugi Lewandowski vivono – non esiste una pasticceria.

Le statistiche della Opta. Nel 2015 Lewandowski ha messo a segno ben 25 reti in 32 partite di Bundesliga, cui vanno aggiunti 3 assist. In porta ha tirato 141 volte, elevata è anche la percentuale dei passaggi riusciti (80%). Devastante sotto porta e abile nei contrasti considerato che ha vinto il 44% dei duelli.