Col passare del tempo, dei mesi e degli anni i campioni, i fenomeni che hanno dominato la scena nell'ultimo decennio, malgrado una forma ed un appetito calcistico ancora intatti, stanno per imboccare il "viale del tramonto" con buona pace di tifosi, appassionati e allenatori.

Eppure, nonostante questa legge comune, questo lento incedere delle lancette che, inesorabili, scandiscono il ritmo della nostra vita scavando solchi, ricordi ed esperienze, nel calcio, così come in altri sport, i top player di oggi vengono sostituiti, in una sorta di eterno riciclo, di una rigenerazione naturale, con altri giovani talenti in grado di guadagnarsi il proscenio e diventare i nuovi beniamini, idoli e, perché no, "Palloni d'Oro" del futuro. In questo contesto, pur augurando lunga vita, professionale e non solo, ai vari Messi, CR7, Suarez o Ibrahimovic, vediamo, raccolti in una ideale top 11, gli Under 21 più forti e apprezzati sul mercato.

La Top 11 degli Under 21 più forti, promettenti e preziosi d'Europa (Transfermarkt.it)in foto: La Top 11 degli Under 21 più forti, promettenti e preziosi d'Europa (Transfermarkt.it)

Donnarumma, il principe dei portieri.

In questo speciale undici composto solo da giovani calciatori capaci di poter diventare i nuovi campioni assoluti dei prossimi 10/15 anni, in porta, troviamo stabile da qualche tempo nonostante l’età, Gigio Donnarumma (25 milioni di euro la sua valutazione). L’estremo difensore del Milan, infatti, appare ormai non più come una speranza, una promessa del calcio italiano ma come una autentica certezza.

Dal giorno del suo esordio in Serie A col Sassuolo, non ha più svestito i panni del portiere titolare scalzando l’allora ex Real Madrid Diego Lopez divenendo il numero #1 assoluto dei rossoneri che, malgrado qualche “mal di pancia” estivo con la collaborazione dell’agente Raiola, sono decisi a puntare sul nativo di Castellammare di Stabia (capitan futuro?) per costruire la nuova era meneghina.

Difesa statuaria e terzini di spinta.

In una retroguardia, costruita per l’occasione a quattro, dovrebbero esserci un francese, un colombiano, un tedesco ed un danese. Che cosa hanno in comune questi ragazzi? Oltre al ruolo di difensori, l’essere fra i migliori prospetti del panorama calcistico continentale con però già tante partite, ben 458 in totale con 40.283’ minuti complessivamente giocati, a referto nel loro bagaglio personale. Non solo, dunque, talentini da poter osservare nei rispettivi settori giovanili ma profili già pronti a dare una mano ai propri club con la prospettiva, con tante partite in questa stagione 2017/18, di diventare ancora più pronti e, in definitiva, forti ed indispensabili.

Nello specifico, il riferimento è, sulle corsie laterali, al terzino mancino del Real Madrid Theo Hernandez (valutato attualmente 20 milioni di euro), 19enne appena arrivato al Bernabeu dai “cugini” Colchonero, all’esterno basso di destra Andreas Christensen (18 milioni di euro), 21enne del Chelsea e, al centro, gli statuari Davinson Sanchez (25 milioni di euro) del Tottenham, pagato ben 40milioni dagli Spurs, e Jonathan Tah (22 milioni di euro) del Bayer Leverkusen sulle cui tracce ci sono le grandi di tutta Europa, Juventus, Liverpool e Manchester City, in primis.

In mediana Alli & co. valgono 102 milioni di euro.

A centrocampo, invece, a trovare spazio in questo top team composto solo da Under 21 di grande spessore ci sono due calciatori di Premier League ed uno della Ligue 1 con le colpevoli assenze di talenti provenienti da Bundes, Serie A e Liga. Al di là di queste considerazioni però, in mediana, nel ruolo di regista, playmaker, “volante” e mente di tutte le trame offensive dei suoi c’è il belga Youri Tielemans (valutato 22 milioni di euro) appena acquistato dal Monaco per una cifra vicina ai 25 milioni di euro.

Ai suoi lati, nelle vesti di mezzeali con compiti difensivi ed offensivi, il tedesco Leroy Sané (35 milioni), spostato spesso a tutta fascia da Guardiola in questo inizio di stagione e Dele Alli (45 milioni) del Tottenham autentico fenomeno degli Spurs capace, malgrado il carattere fumantino, nella sua giovanissima carriera, di siglare già 39 assist vincenti e 58 reti, fra Milton Keynes ed i bianchi di Pochettino, in 187 partite ufficiali. Il tutto, con un centrocampo ricchissimo da ben 102 milioni di euro totali ed una media per valore di mercato di 34 milioni per calciatore.

L’attacco intona la marsigliese.

Davanti, per la gioia dei tifosi transalpini, l’attacco promette davvero bene con tre calciatori, due dei quali anche protagonisti del roboante mercato estivo 2017, di sicuro valore ed avvenire, tutti made in France. E sì perché nel tridente di questo ideale undici rintracciamo, da prima punta, l’ex Monaco, ora al Paris Saint Germain dove fa coppia con Cavani e Neymar, Kylian Mbappé (valutato 35 milioni di euro) autentico craque della scorsa stagione monegasca con 26 reti in 44 partite.

E, a supportarlo, un équipe, per restare in tema francofono, composto da Ousmane Dembélé (33 milioni), erede al Camp Nou del carioca Neymar nonché acquisto più caro della storia del Barcellona, e al suo fianco l’esterno del Manchester United Anthony Martial (30 milioni). Un tridentazo delle meraviglie che, sia pure con chiare origini da paesi della ex Francia coloniale, Mauritania, Guadalupa e Camerun, farà le fortune dei Blues dei prossimi 10/15 anni.