La prima palla gol l’ha avuta dopo un po’, ma era quella giusta. Moise Kean, classe 2000, attaccante della Juventus, non l’ha sbagliata. Un cross di Alex Sandro infatti, gli ha consentito, con il piattone di mettere in rete il suo primo gol in campionato della stagione con la maglia bianconera. Finita qui? Neanche per sogno. Perchè quel ragazzo con le treccine che per temperamento, carattere e fisicità, sembra tanto il primo Mario Balotelli lanciato da Mancini all’Inter, ha raddoppiato la dose d’entusiasmo dei tifosi juventini con il gol del 2-0, tutto suo, tutto inventato, con la punta dopo una cavalcata da metà campo. Il goleador perfetto della Juventus del futuro che però forse lo sacrificherà per darlo all’Ajax il prossimo anno. Ma questi sono altri discorsi.

  • Oggi la punta, naturalizzata italiana, è però in buona compagnia in Europa. Abbiamo infatti voluto isolare i 5 classe 2000 che hanno realizzato il maggior numero di gol, ad oggi, nei vari campionati europei. Vediamo dunque chi sono i marcatori del 2000 in questo momento in Europa.

Il curioso record di Kean

Kean è entrato dunque di diritto nella classifica dei giocatori classe 2000 che pian piano si è fatto grande nel calcio professionistico. Le sue doti le avevamo ammirate già lo scorso anno quando nonostante la retrocessione, fu uno dei più positivi nell’annata storta del Verona di Pecchia. Detto questo, con i suoi 3 gol stagionali (1 in Coppa Italia contro il Bologna e appunto la doppietta all’Udinese), Kean non è primo per numero di gol in Europa, ma è invece numero uno per media-gol (1 ogni 52 minuti), di poco fuori dal podio in termini di gol segnati ma pur sempre efficace.

E pensare che in totale Allegri gli ha concesso, tra campionato e coppe, solo 156 minuti, poco più di una partita in totale. Contro l’Udinese ha effettuato due tiri realizzando due gol, ha completato 9 passaggi su 11 toccando 26 palloni. Insomma, uno efficace che sa pungere nel momento giusto.

La carriera e il rendimento attuale di Kean (Transfermarkt)
in foto: La carriera e il rendimento attuale di Kean (Transfermarkt)

Un’idea in più per compiere il miracolo contro l’Atletico che, in caso di passaggio del turno e con uno scudetto praticamente già in tasca, potrebbe garantirgli sicuramente maggiore minutaggio in Serie A.

Sancho domina su tutti: un vero fenomeno

Domina invece in fatto di gol un altro classe 2000 che in questa stagione è sbocciato come un fiore in primavera. Stiamo parlando ovviamente del talento di Jadon Sancho, l’attaccante inglese del Borussia Dortmund che in campionato ha messo a segno 8 gol più 1 in Champions per un totale di 9, senza considerare i 14 assist totali in stagione. Insomma, un vero fenomeno di cui forse il Manchester City se n’è sbarazzato troppo presto, trovandosi poi di fronte un calciatore dal futuro garantito, una vera sorpresa anche per la Nazionale inglese.

Il suo valore di mercato attuale è balzato in poco tempo a toccare, oggi, quota 80 milioni di euro. Compirà 19 anni solo il prossimo 26 marzo ma la sensazione è che sarà molto difficile tenere a bada le pretendenti, specie il Barcellona, che ha già posato gli occhi sul talento che sta facendo impazzire la Bundesliga.

Il Manchester City si gode il talento di Foden

Ma se Sancho è diventato il grande rimpianto del Manchester City, i ‘Citizens’ possono comunque consolarsi con un altro grande talento sbocciato dal proprio vivaio. Stiamo parlando di Phil Foden, che in Premier League con Guardiola ha giocato 5 partite senza mai andare in gol, ma che comunque è riuscito a portare il suo bottino attuale di reti in stagione a 5 in virtù dei gol messi a segno tra Coppa di Lega e Fa Cup.

Il profilo di Philip Foden (Transfermarkt)
in foto: Il profilo di Philip Foden (Transfermarkt)

Di ruolo centrocampista, mezzala destra o trequartista, Foden, sempre nazionale inglese, ha messo in mostra una personalità fuori dal comune per un ragazzo della sua età. Anche per lui, presto il valore di mercato è balzato a toccare oggi quota 25 milioni di euro, ma punta a salire vertiginosamente in vista di un futuro al City che lo vedrà sicuramente come il grande protagonista del club.

Odoi fa felice Sarri al Chelsea

Ma in Premier League, come ormai abbiamo ben imparato a constatare, i giovani non sono mai stati un problema, anzi, semmai, a differenza nostra, solo una risorsa. E allora perchè non ricordare che nel problematico Chelsea di Sarri, questa stagione non è proprio da buttare. L’ormai ex tecnico del Napoli infatti, ha avuto il merito di aver fatto emergere il talento di uno come Callum Hudson-Odoi. Certo, per i poco informati questo nome può non dir niente, ma in Inghilterra, di questo giocatore, se ne parla davvero un gran bene, quasi come uno dei talenti più promettenti mai visti negli ultimi anni in Premier.

Con Sarri ha giocato in campionato 4 partite senza mai andare in rete. Ma è in Europa League che l’esterno offensivo ha dato il suo meglio realizzando 3 gol e 1 assist in 7 partite contribuendo al superamento della fase a gironi dei ‘Blues’. Oggi, i suoi gol totali in stagione sono 5, considerando anche le coppe nazionali e il suo valore di mercato è salito a 25 milioni di euro.

Real Madrid, Vinicius gioie e dolori, ma garanzia per il futuro

Gioie e dolori arrivano invece direttamente dalla Spagna. Il Real Madrid, capace di buttare al vento, in una settimana, Liga, Copa del Rey e Champions League, è al centro di una polemica infinita. Con Solari appeso a un filo e Mourinho pronto al grande ritorno al Bernabeu, ecco che l’unica traccia lasciata in eredità al tecnico portoghese da parte del quasi ex madrileno Solari, è proprio l’esplosione di Vinicius. L’attaccante brasiliano ha presto il posto di Cristiano Ronaldo nel 4-3-3 delle Merengues.

Tanta corsa, tecnica e capacità immensa di saltare l’uomo che però non sempre l’hanno visto andare in gol. L’esterno brasiliano infatti, ha realizzato solo 3 gol in stagione giocando però ben 33 partite tra Liga e coppe. Un po’ pochino considerando che sotto porta c’arriva anche tante volte ma con scarsa lucidità realizzativa. Nonostante tutto, il suo talento è sotto gli occhi di tutto tant’è che il Real ha investito ben 45 milioni di euro su di lui quando aveva solo 16 anni. Valore di mercato? Ben 70 milioni di euro.

La crescita del valore di mercato di Vinicius Junior (Transfermarkt)
in foto: La crescita del valore di mercato di Vinicius Junior (Transfermarkt)

Sessegnon e Rowe fanno faville in Premier League (Arsenal)

Il focus sui classe 2000 con il maggior numero di gol realizzati in stagione, si chiude con un’altra coppia di giocatori provenienti dalla Primier League. Stiamo parlando di Emile Smith Rowe dell’Arsenal e di Ryan Sessegnon del Fulham. Partiamo proprio da quest’ultimo che nella stagione in cui ha avuto come allenatore anche Claudio Ranieri, oggi alla Roma al posto di Di Francesco, è riuscito a realizzare 2 gol in Premier League e 5 assist in 26 partite. Ecco, non è tanto il numero dei gol a colpire, quanto il numero degli assist per una squadra ormai condannata alla retrocessione.

Molto altruista davanti alla porta, il suo talento è riconosciuto da tutti e gli occhi dell’Europa si sono posati su di lui, anche quelli del Milan che per il 18enne inglese avrebbe espresso più di un semplice pensierino. Con Sessegnon dicevamo, c’è anche Rowe che con i Gunners non ha mai giocato in Premier ma si è fatto notare molto in Europa League realizzando 2 gol in 4 partite facendo salire il suo valore di mercato a 4 milioni di euro.