La qualificazione come prima nel girone è arrivata comunque, ma la Juventus non ha fatto certo una bella figura a Berna. A pochi giorni dal derby con il Torino, i bianconeri sono infatti inciampati nell'erba sintetica dello "Stade de Suisse" e rimediato la seconda sconfitta in Champions League.

Di fronte alle telecamere di Sky, Massimiliano Allegri non si è però più di tanto scomposto di fronte alla sconfitta dei suoi: "Gli obiettivi erano due: il primo posto e il passaggio del turno. Li abbiamo centrati tutti e due. Siamo primi meritatamente. Dispiace per la sconfitta, non è mai bello. Diciamo che abbiamo scelto la serata giusta per perdere".

Allegri guarda al sorteggio di Nyon

Alla domanda sulle difficoltà incontrate sul terreno sintetico, il tecnico bianconero non ha però voluto dare colpe al campo di gioco: "Avevamo anche iniziato benino la partita – ha aggiunto Allegri – Abbiamo avuto delle occasioni per andare in gol ma non l'abbiano fatto. Sul 2 a 0 abbiamo avuto una buona reazione alla fine. Lo Young Boys ha fatto comunque una bella partita e hanno fatto il massimo. Noi siamo invece stati troppo imprecisi sotto porta".

Dopo la sconfitta di Berna, che ha interrotto una striscia di ventisei gare in trasferta senza sconfitte, la Juventus è ora attesa dal sorteggio di Nyon per l'ottavo di finale. Dall'urna dell'Uefa uscirà una tra Atletico Madrid, Ajax, Lione, Liverpool, Schalke o4 e Tottenham: "Sono tutte grandi squadre e saranno sicuramente due belle partite – ha concluso Allegri – Sarà certamente un grande ottavo di finale. Le eliminazioni di Inter e Napoli? Sarebbe stato bello avere quattro squadre in Champions, perché il calcio italiano se lo meritava. Purtroppo è andata così. Guardiamo il lato positivo: in Europa League ci saranno due squadre italiane in più".