A fari spenti e nel cono d'ombra rispetto ai riflettori puntati tutti, in questa fase, su Mauro Icardi. E' così he il Napoli continua a lavorare sulla trattativa che più scalda l'entusiasmo dei tifosi: James Rodriguez. A che punto sono i contatti, qual è la definizione degli accordi, quanto è vicina l'intesa e – soprattutto – quante possibilità ci sono di vedere il colombiano in azzurro? Tutte domande che caratterizzano l'attesa per l'arrivo del ‘dieci' sudamericano, una sorta di super star del calcio (a giudicare dalla community che in Europa lo piazza alle spalle di CR7, Messi e Neymar) che porta con sé un corredo accessorio di sponsor personali, contratti e diritti d'immagine. Ecco perché, al netto dell'accordo di massima già raggiunto con il giocatore (cinque anni, stipendio netto da 6.5/7 milioni di euro a stagione più bonus) ci sono ancora un po' di dettagli da mettere a posto, pezzi del puzzle che poco alla volta stanno dando forma al colpo chiesto dal tecnico, Carlo Ancelotti.

A che punto è la trattativa col Real per JR10

Cosa manca ancora perché possa esserci la più classica fumata bianca? Diciamo che buona parte del cammino è stata fatta e che l'operazione è in dirittura d'arrivo. Un pezzo di strada, l'ultimo sforzo, quello decisivo: ovvero, sancire l'accordo definitivo anche con il Real Madrid sulla formula della transazione. I blancos non hanno reticenze e possono chiudere anche in tempi brevi ma oggetto della discussione è la cifra di 42 milioni (quanto il valore del diritto di riscatto che era stato fissato in occasione del prestito biennale al Bayern Monaco). Il Napoli spinge per prestito oneroso (7/8 milioni) con obbligo di riscatto (che sia nel 2020 oppure nel 2021) mentre lo staff delle merengues ha interesse a chiudere subito la vicenda con la cessione a titolo definitivo (poi si può discutere sulle modalità di pagamento). Tocca a Jorge Mendes (agente di James Rodriguez) tessere gli ultimi fili della trama.

James Rodriguez nel ritiro a Dimaro, il Napoli ci prova

C'è fiducia sul buon esito della trattativa. L'obiettivo è avere il calciatore nel ritiro di Dimaro, in Val di Sole (Trentino Alto-Adige). E' questa l’idea del presidente Aurelio De Laurentiis che proverà a mettere a disposizione del tecnico il sudamericano, nell'attesa di una presentazione in grande stile al San Paolo. Nell'attesa che dalle scalette dell'impianto di Fuorigrotta un altro bagno di folla accolga il ‘diez' dei Cafeteros. Nell'attesa di capire quale maglia indosserà: se sarà di nuovo una numero dieci oppure la 11 come al Bayern (la 10 era di Robben).