Il rinnovo del contratto, la multa per il ritardo agli allenamenti dopo le feste e adesso il chiacchiericcio di mercato che riprende quota complice la sessione invernale delle trattative. La domanda è sempre la stessa: Mauro Icardi resterà all'Inter oppure nella prossima stagione volerà all'estero? E dove? Dal Chelsea (sempre che Higuain non raggiunga Sarri) al Real Madrid gli estimatori non mancano di certo ma nelle ultime ore le news sulle possibili trattative s'intrecciano nella trama che vede da un lato Wanda Nara (moglie/agente) e dall'altro la società impegnati nella discussione per prolungare l'accordo che scade nel 2021. Nove milioni netti d'ingaggio è la richiesta del calciatore, il doppio rispetto allo stipendio attuale (4.5 che può giungere fino 5.5 coi bonus), mentre la proposta del club per adesso non è andata oltre i 7 milioni all'anno.

  • Sirene dalla Spagna. Un'intesa ancora non c'è ed è anche per questa ragione che hanno preso piede dalla Spagna le voci sull'interessamento dei blancos. A Madrid, dopo l'addio di Cristiano Ronaldo e con molti calciatori in rosa (da Marcelo fino a Benzema) giunti alla fine di un ciclo, c'è la necessità di resettare il gruppo e ripartire. Nel novero degli attaccanti più forti in circolazione segnati sul taccuino delle merengues c'è anche il nome di Maurito, uno dei più gettonati nonostante la clausola da 110 milioni di euro (valida per i promi 15 giorni di luglio). Una somma alla portata di un club come il Real.

Si può parlare già di trattativa in atto? No ma le probabilità che nei prossimi mesi possano cambiare equilibri e scenari non sono poche. Molto dipenderà anche da quando e con quanta decisione il massimo dirigente dei blancos, Florentino Perez, deciderà di affondare il colpo. Se vuole, può. Il Real ha potenza economica sufficiente e altrettanti mezzi di persuasione per mettere sul piatto dei nerazzurri un'offerta allettante a prescindere dal pagamento della clausola rescissoria messa a mo' di lucchetto all'attuale contratto del calciatore.

  • Contropartite tecniche interessanti. Toni Kroos (scadenza 2002) e Luka Modric (scadenza 2020, già corteggiato nell'estate scorsa) sono i profili graditi ai nerazzurri: le merengues potrebbero decidere di sacrificare uno dei due quale contropartita tecnica per ammortizzare i costi dell'eventuale trattativa con l'Inter.