Aurelio De Laurentiis non vede l'ora di seguire il suo Napoli in campo contro il Psg. Il presidente azzurro ha detto la sua sulla prossima supersfida di Champions in programma mercoledì 24 ottobre alle ore 21 al Parco dei Principi. Una sfida dal sapore speciale anche per il patron che ritroverà da avversario uno dei suoi ex pupilli, ovvero Edinson Cavani, bomber del passato per il Napoli e attuale terminale offensivo della formazione di Tuchel

Psg-Napoli di Champions, il punto di Aurelio De Laurentiis

Il Napoli scenderà in campo contro il Psg con la consapevolezza di poter fare male alla squadra di Tuchel. Alla vigilia del big match di Champions, Aurelio De Laurentiis ha parlato così della partita: "Sarà una gara vera, non decisiva, da affrontare come se fosse una partita a scacchi: va pensata, meditata e verificata in campo, bisognerà  avere le idee chiare perché sarà una partita vera a tutti gli effetti – le dichiarazioni a Sky -Ancelotti ha chiesto coraggio? Ma il coraggio è una caratteristica umana, chi non ha coraggio è destinato a fallire. Ma servono anche intelligenza e capacità alla rinuncia: si è forti quando si fa tesoro delle rinunce, per vincere bisogna anche rinunciare. Molti non hanno capito che non si può vincere sempre, la vittoria va preparata step by step".

De Laurentiis apre le porte del Napoli al grande ex Cavani

E in Psg-Napoli,  De Laurentiis e gli azzurri ritroveranno una vecchia conoscenza, ovvero Edinson Cavani. Il grande ex, è stato spesso e volentieri accostato sul mercato al club partenopeo. Un affare difficile alla luce delle cifre in ballo (valutazione di mercato superiore ai 60 milioni e ingaggio da 14 milioni), anche se il presidente del Napoli lascia sempre le porte aperte per il bomber del Psg e dell'Uruguay che si troverebbe alla perfezione con Ancelotti: "Cavani è un fuoriclasse – le parole a RMC Sport 1 –  L'ho preso da Palermo e l'ho portato a Napoli. Con noi ha imparato a essere un vero attaccante, ha sempre fatto più di 30 gol a stagione, ha rappresentato molto bene il Napoli, anche in Champions League. Siamo sempre stati amici. E' un fuoriclasse. A Napoli la porta per lui sarà sempre aperta. Il giorno che Cavani accetterà uno stipendio più basso, e deciderà di voler vivere con i suoi due figli, sarà il benvenuto. Con Ancelotti sarebbe l'attaccante perfetto. Il problema è che i giocatori hanno la squadra nel cuore e il portafoglio in mano. A volte non siamo stati d'accordo ma non sono mai stato arrabbiato con lui".

De Laurentiis non colpito dal rendimento di Verratti al Psg

E se dunque De Laurentiis lancia l'ennesimo messaggio a Cavani, il presidente del Napoli non sembra particolarmente entusiasta di Marco Verratti. Anche la stella italiana del Psg in passato è stato inserito nelle notiziei relative al mercato del Napoli. Questo il pensiero di DeLa: "Verratti? Quelle poche volte che l'ho visto giocare nel Psg non mi è piaciuto ma nell'ultima partita che ha fatto con l'Italia mi è piaciuto moltissimo".