Ivan Rakitic ha fatto una grande partita anche contro l'Inghilterra, soprattutto quando la squadra di Zlatko Dalic ha aumentato il ritmo ed è riuscito a ribaltare lo svantaggio iniziale. La performance non ha stupito gli osservatori visto che il centrocampista croato sta giocando un grande Mondiale 2018, ma ha sorpreso i suoi compagni di squadra dopo aver visto lo stato di salute del calciatore la notte prima della semifinale nello stadio Luzhniki di Mosca: "Ho avuto la febbre alta, vicino a 39. Ho trascorso tutta la notte sdraiato sul letto, cercando di raccogliere abbastanza forza per non perdere la partita". In pratica Rakitic ha giocato con la febbre.

Se non fosse stato per le sue parole dopo la partita, sarebbe stato difficile immaginare che Rakitic avesse giocato influenzato contro l'Inghilterra: il centrocampista del Barcellona ha tenuto bene il campo per tutti i 120 minuti e si è battuto su ogni pallone fino alla fine. Raikitic è stato il secondo croato con più passaggi: 85 transizioni, 71 delle quali buone (84% di successi). Solo Brozovic lo ha battuto con 86.

Il blaugrana ha raggiunto la finale di Coppa del Mondo come giocatore con più partite durante la stagione: ha giocato in totale 70 partite (55 con il Barcellona e 15 con la nazionale). Solo Willian del Chelsea aveva gli stessi numeri ma il brasiliano è già eliminato mentre Rakitic domenica si giocherà la finale e chiuderà la stagione come il giocatore con più partite giocate in Europa.

Si lavora per la finale con la Francia

La Croazia, che ieri ha avuto una giornata libera, tornerà al lavoro questo pomeriggio e, come è successo nei giorni che precedono la semifinale, Dalic dovrebbe tenere fuori alcuni giocatori che arrivano con qualche piccolo fastidio dall'allenamento. La squadra croata ha soltanto due sessioni di preparazione in vista della finale di domenica contro la Francia.