Un po’ come Coppi e Bartali in un romantico ciclismo del passato o semplicemente come Federer e Nadal nel tennis. Messi e Cristiano Ronaldo nel calcio sono l’emblema di questo sport. I commenti su chi sia il più forte fra questi campioni assoluti della nostra epoca, si sprecano e se ne leggono a bizzeffe. Si è partiti con la tripletta del portoghese all’Atletico che ha rilanciato la voglia di Champions dell’ex Real per poi arrivare a quest’oggi con i mille complimenti che si sprecano alla Pulce per la doppietta di ieri sera contro il Liverpool e quei 600 gol, il seicentesimo siglato per l’appunto contro i Reds, realizzato con una rete su punizione da capogiro. Impossibile dire con certezza chi sia il più forte, a loro modo, si equivalgono.

Certo, ci sarebbe piaciuto vedere Messi vestire e mettersi in gioco con un’altra maglia, trovando nuove sfide altrove, ma questo è un altro discorso. Sta di fatto che l’eterna sfida fa tappa anche in questa stagione con l’argentino che ha letteralmente stracciato CR7 per i numeri fatti segnare fra campionato nazionale, coppe e Champions. Non è una sentenza, ci mancherebbe, ma solo una constatazione dei fatti e di quanto sia stata mediocre la stagione di Cristiano (un campione) al cospetto del suo eterno rivale per la corsa al Pallone d’Oro.

Il confronto per gol realizzati è imbarazzante per CR7

Che Cristiano Ronaldo ci avesse abituato a exploit esagerati in carriera dal punto di vista realizzativo, non è di certo una scoperta, ma che mai quest’anno, ad oggi, riuscisse a rimanere così distante dal Messi per reti messe a segno, questa è una vera e propria notizia. Con i due gol realizzati ieri sera al Liverpool, la Pulce si è infatti portato a quota 48 gol stagionali (46 senza la doppietta) 21 in più rispetto a Cristiano Ronaldo che di gol ne ha siglati 27 con la Juventus.

Un bottino importante per l’argentino che sembra stia riscattando quel Mondiale in Russia che l’ha visto uscire con le ossa rossa, ancora una volta dopo le delusioni in Coppa America, e che l’ha visto al centro di aspre critiche da parte del popolo argentino. Ben 34 gol in Liga rispetto ai 20 di Ronaldo, 12 in Champions (CR7 la metà), 2 in Copa del Rey con Ronaldo che invece in Coppa Italia è rimasto a zero. Insomma, numeri imbarazzanti se paragonati a qualche anno fa in Liga.

I numeri per gol e assist di Messi (in alto) e Cristiano Ronaldo (in basso) in stagione (Transfermarkt)
in foto: I numeri per gol e assist di Messi (in alto) e Cristiano Ronaldo (in basso) in stagione (Transfermarkt)

Anche sugli assist domina Messi

Nel massimo campionato spagnolo i due fenomeni del calcio moderno sono stati per diverse stagioni gli autentici trascinatori di una sfida, quella fra Real Madrid e Barcellona, vissuta sempre con grande attesa da parte dei tifosi di tutto il mondo, in attesa di vedere le magie di questi due calciatori. E c’è da credere che proprio dopo la partenza di CR7 a Madrid, quest’anno, ci sia stata una vera e propria sommossa di squadra che ha destabilizzato anche il club. Cristiano era importante anche per la squadra, sempre al servizio dei compagni, proprio come Messi.

Ma anche in questo caso, il numero degli assist è stato al di sotto delle attese. Già, perchè se la Pulce, con il Barcellona, è riuscito a totalizzare, fino ad ora, ben 22 assist stagionali (di cui 15 solo in Liga), non si può di certo dire lo stesso di Cristiano, fermo a 13, con 11 in Serie A e 2 in Champions. Non un grande distacco ma pur sempre l’ennesima sconfitta in numeri in questa tribolata stagione di CR7.

Tiri in porta totali in stagione: la Pulce fa meglio da fuori area

Sembra dunque che almeno per quanto riguarda gol e assist, la sfida sia totalmente in favore di Messi capace di mettere al tappeto Ronaldo. Ma in campo, qual è la situazione nelle varie fasi di gioco? Analizziamo dunque un altro marchio di fabbrica degno delle qualità di questi due campioni: i tiri in porta. Guardando più da vicino il nostro campionato, sappiamo benissimo quanto Allegri ami il gioco di squadra ma anche la valorizzazione del talento. Ha sempre lasciato a CR7 i suoi spazi e questo forse ha facilitato il compito del portoghese che di tiri nello specchio di porta avversario, ancora oggi, ha un complessivo maggiore rispetto a quelle dell’argentino.

Messi ha infatti totalizzato, al momento, nelle competizioni giocate, ben 229 tiri in porta, mentre Cristiano Ronaldo 137. Un vantaggio leggero ma che comunque mostra ancora una volta l’equilibrio che esiste tra questi due giocatori. Anche nei rispettivi campionati, in Liga, Messi di tiri ne ha totalizzati 162, CR7 invece 168. Meglio la Pulce da fuori area che ha distaccato di tanto Ronaldo. Ben 90 rispetto ai 66 del portoghese.

Tiri in porta: in alto la somma totalizzata, al momento, da Messi, in basso quella totalizzata, ad oggi, da Cristiano Ronaldo (WhoScored)
in foto: Tiri in porta: in alto la somma totalizzata, al momento, da Messi, in basso quella totalizzata, ad oggi, da Cristiano Ronaldo (WhoScored)

Dribbling la specialità di Ronaldo? Neanche per sogno

Doppio passo, saltelli, veroniche, numeri da circo. Insomma, guardandolo bene da vicino, di Cristiano Ronaldo abbiamo visto anche questo nell’attuale stagione, la prima, con la maglia della Juventus. Tecnica sopraffina per superare l’avversari, giochi di prestigio che hanno incantato gli stadi di tutta Italia. Ma basteranno per superare Messi nei tornei 2019/2020? Neanche per sogno. Già, perchè la Pulce è riuscito nell’impresa di mettere al tappeto il portoghese anche in una delle specialità più note all’ex Real Madrid: il dribbling.

Il confronto in numeri parla chiaro e vede Leo in vantaggio, e di tanto, sull’alieno bianconero. Ben 298 totali, quasi 300, per l’argentino che ha lasciato letteralmente per strada il suo rivale, fermo a 118. Ciò che sorprende maggiormente sono i numeri registrati nei rispettivi campionati: la Liga e la Serie A. Nel massimo torneo spagnolo, Messi ha infatti totalizzato 214 dribbling, Ronaldo solo 78. Questione di difficoltà maggiore del campionato italiano rispetto alla Liga? Questa è comunque una questione da non sottovalutare.

In alto il numero di dribbling totali di Messi, in basso, quelli totalizzati da Cristiano Ronaldo, ad oggi, in stagione (WhoScored)
in foto: In alto il numero di dribbling totali di Messi, in basso, quelli totalizzati da Cristiano Ronaldo, ad oggi, in stagione (WhoScored)

Palloni persi quasi alla pari, ma la bilancia pende sempre verso Leo

Le difficoltà del campionato italiano rispetto a quello spagnolo sono evidentemente maggiori o forse il gioco del Barcellona, ormai assimilato al meglio da Messi, funziona quasi a memoria per facilitare al meglio le giocate dell’argentino, questo non lo sappiamo. Ma sicuramente, forse, se la Pulce dovesse un giorno (diciamo pure che non capiterà mai) venire nel nostro campionato, potrebbe patire la stessa fatica che ha affrontato Ronaldo in questa annata.

I numeri per quanto riguarda i palloni persi da i due campioni infatti si equivalgono ma pendono leggermente dalla parte di Messi. Cristiano Ronaldo ha infatti perso un numero maggiore di pallone rispetto al suo rivale: 79 contro i 78 del 10 del Barcellona. Praticamente una distanza irrisoria ma ugualmente emblematica nell’eterna sfida fra questi due campioni che pregheremo sempre di non smettere mai di sorprenderci e deliziarci con le loro giocate stratosferiche.

In alto il numero di palloni persi in stagione da Messi, in basso, quelli persi da Cristiano Ronaldo (WhoScored)
in foto: In alto il numero di palloni persi in stagione da Messi, in basso, quelli persi da Cristiano Ronaldo (WhoScored)