Sono otto le grandi d'Europa rimaste in corsa per la finale di Champions League del prossimo primo giugno. Al Wanda Metropolitano di Madrid, ne arriveranno però solo due di queste formazioni, e con loro migliaia di tifosi pronti ad accompagnare i propri beniamini fino alla consegna della coppa dalle grandi orecchie. Nonostante manchino molti mesi all'ultimo atto del massimo torno continentale, la corsa per mettere le mani su un tagliando per quella partita è però già cominciata.

A far scattare i tifosi nella caccia al biglietto, ci ha pensato la stessa Uefa che ha comunicato l’apertura della vendita esclusiva dei biglietti. Dalle ore 14, tutti i tifosi avranno infatti una settimana di tempo per provare ad "affittare" un posto nello splendido stadio dell'Atletico e partecipare al grande happening europeo. Dei 63.500 posti a disposizione, non tutti però saranno acquistabili dai sostenitori delle due squadre che arriveranno in finale.

Quanti sono i biglietti a disposizione

Saranno infatti soltanto 38 mila i biglietti a disposizione: 17 mila posti ciascuno saranno concessi ai sostenitori delle due squadre, mentre gli altri 4 mila venduti liberamente dall'Uefa attraverso il suo sito. Come da tradizione, i restanti biglietti verranno invece assegnati al comitato organizzatore locale, alle federazioni nazionali e dell’Uefa, ai partner commerciali e alle emittenti che si lavoreranno per garantire la copertura radiotelevisiva della finalissima.

Il prezzo dei tagliandi

Volare a Madrid e prendere posto al Wanda Metropolitano, potrebbe però non essere così economico. Al di là dei costi del viaggio, per entrare nello stadio si va dal prezzo più basso di 70 euro fino a quello più alto di 600. Per l'evento l'Uefa ha inoltre messo in vendita speciali pacchetti e garantito un prezzo moderatamente economico agli spettatori disabili, con un biglietto gratuito a disposizione dell'accompagnatore. Ogni tifoso potrà acquistare un massimo di due tagliandi e riceverà la risposta dell'effettivo acquisto entro il 5 aprile.