Si scrive Champions League, si legge Cristiano Ronaldo. Specialmente ora, che il cinque volte Pallone d'Oro è atteso dall'Atletico Madrid: la squadra diventata negli anni una delle sue vittime preferite. Conti alla mano, nelle nove stagioni giocate con il Real, CR7 ha realizzato ben 22 reti in 31 partite ai Colchoneros: 12 in campionato, 6 in Coppa del Re e 4 in Champions League. Fresco di rinnovo, Diego Simeone ripensa dunque a questi numeri con un po' di terrore.

Nella massima competizione europea, il fenomeno di Funchal ha infatti affrontato l’Atletico per 4 anni consecutivi: due in finale (2014 e 2016), una volta nei quarti di finale e una volta in semifinale, con i Blancos che sono sempre usciti vincitori. La tripletta segnata all'Atletico nelle semifinali del 2016-17, e i due gol nelle due finali (Lisbona 2014 e Milano 2016), sono un biglietto da visita preoccupante per Godin e compagni: uno "score" che solo il suo nemico Messi può vantare (25 le reti dell'argentino contro le 22 del portoghese).

I precedenti di CR7 con i Colchoneros

In attesa di vederlo in campo nel doppio ottavo di finale di questa edizione, Cristiano Ronaldo ha segnato più volte solo contro il Siviglia (27) e contro il Getafe (23), e sarà alla sua trentaduesima sfida con la formazione di Diego Simeone: con la quale ha un bilancio assolutamente a favore di 15 vittorie, 8 pareggi e 8 sconfitte. A sostenere CR7 ci saranno ovviamente anche i tifosi del Real Madrid, perché nella capitale spagnola non si esulta tanto per le vittorie della propria squadra ma più che altro per le sconfitte di quella rivale.

Dopo aver violato l'ex Vicente Calderon, profanato con una tripletta, Cristiano Ronaldo ora cerca la rete anche nel nuovo Wanda Metropolitano: lo stadio che tutti i tifosi della Juventus sognano di rivedere nel prossimo primo giugno, in occasione della finale di Champions League.