Diego Pablo Simeone ha rinnovato nei giorni scorsi il contratto con l'Atletico Madrid. Il ‘Cholo', che sulla panchina dei colchoneros è dal 2011 e ha vinto 7 titoli, ha sì fatto una scelta di cuore ma tanto amore e tanta fedeltà sono stati ben (ri)pagati. E' il quotidiano sportivo spagnolo ‘As' a svelare le cifre dell'accordo e in particolare quanto guadagnerà di stipendio il tecnico che diverrà così uno dei più pagati al mondo. Nella tasche del tecnico argentino entrerà uno stipendio di 24 milioni di euro netti a stagione: una somma altissima, pazzesca… abbastanza da mettere a tacere le sirene di mercato che arrivano dall'estero (il suo nome era stato accostato prima all'Inter e poi al Chelsea, scontento di Maurizio Sarri). Abbastanza da potersi permettere qualche sfizio extra-lusso, di quelli per l'uomo che non deve chiedere mai.

  • Proviamo a fare i conti in tasca all'allenatore? Il gioco è semplice, semplice… Simeone può contare su 2 milioni al mese, ovvero 500 mila euro a settimana. Al mattino si sveglia e sa che a fine giornata avrà sul proprio conto 66 mila euro. Cosa può farci? Magari regalare circa 100 iPhone X ad amici, parenti, collaboratori più fidati… In un'ora – il tempo di fare una doccia, bere un caffè e fare zapping a colazione – ha già in mano poco meno di 3 mila euro circa e via discorrendo 50 euro al minuto.

Pagato a peso d'oro, il Cholo non è l'unico che beneficia di somme del genere tra le fila dell'Atletico: finora toccava ad Antoine Griezmann la palma di tesserato meglio remunerato (23.1 milioni di euro), sia pure di poco adesso il primato è nelle mani del tecnico. Uno stipendio da top player per Simeone, che con i 24 milioni di euro  – se volesse – potrebbe realizzare un investimento particolare (come nell'esempio sottolineato da As): con la cifra percepita si potrebbero pagare tutti i calciatori del Valladolid, altro club di Liga, per la stagione in corso.