La cerimonia di consegna del Pallone d'Oro 2019 si svolge questa sera alle 20 al Théâtre du Châtelet di Parigi. A chi verrà assegnato da France Football il premio più ambito per la carriera di un calciatore? Chi vincerà le Ballon d'Or tra Lionel Messi, Cristiano Ronaldo e Virgil van Dijk tra i candidati favoriti? Le indiscrezioni e le ultime notizie sull'esito della votazione che arrivano dalla Spagna e dalla Francia si uniscono a una serie di indizi che confermano l'incoronazione del campione argentino del Barcellona quale miglior calciatore della scorsa stagione. Tre i dettagli che, in ordine di tempo, hanno alimentato questa convinzione: il primo è una classifica che ha fatto il giro della Rete e vede la Pulce in vetta, seguita dal difensore olandese e da Salah (entrambe dei Reds), con il maggior numero di voti e CR7 addirittura fuori dal podio (in quarta posizione); il secondo è il crollo della quota sul vincitore da parte delle agenzie di scommesse; il terzo è l'annuncio dell'assenza del portoghese alla premiazione e la contestuale presenza al Gran Galà del Calcio italiano.

Dove vedere in tv, su quale canale, a che ora la cerimonia del Pallone d'Oro 2019

Sarà Mediaset 20, canale del digitale terrestre dell'azienda del Biscione, a trasmettere in diretta televisiva l'evento che sarà visibile anche in diretta streaming collegandosi sportmediaset.it. È nell'edizione online che, a partire dalle 18.45, sarà possibile seguire on-line anche l'arrivo degli ospiti sul red carpet della manifestazione in attesa dell'inizio ufficiale del collegamento in palinsesto alle 20.

Quali sono i criteri di valutazione dei giurati del Pallone d'Oro 2019

Chi aggiungerà il proprio nome nell'albo dopo Luka Modric, insignito nel 2018? Proprio l'assenza del centrocampista del Real Madrid nella lista dei 30 candidati è una delle sorprese in negativo (motivata anche dalla stagione di basso profilo dei Blancos) e fa da spartiacque rispetto ai criteri di valutazione da seguire per determinare qual è il campione che merita più di tutti il premio. Hanno un peso maggiore le prestazioni personali nell'anno solare oppure è più giusto far riferimento anzitutto ai trofei conquistati? Ecco perché, al netto di graduatorie non ufficiali, stupisce come possa essere privilegiato Messi rispetto a van Dijk e Salah (vincitori del titolo in Premier e della Champions) e rispetto allo stesso Ronaldo che ha aggiunto al proprio palmares lo scudetto con la Juventus, una Supercoppa italiana e una Nations League ottenuta da capitano del suo Portogallo.

Come si attribuiscono i voti e cosa succede in caso di arrivo a pari punti

Ai giurati il compito di dirimere la questione facendo una valutazione complessiva della situazione partendo da alcuni criteri di fondo che tracciano il solco entro i quali muoversi.

  • La giuria internazionale che dovrà scegliere il vincitore in una rosa di 30 nomi selezionati dalla redazione di France Football è composta da giornalisti specializzati (uno per Paese).
  • La loro scelta si baserà su quattro linee guida essenziali: 1. prestazioni individuali e collettive; 2. (vittorie) durante l'anno; 3. classe del giocatore (talento e fair play); 4. carriera del giocatore.
  • L'attribuzione dei consensi ai cinque calciatori da votare sulla scheda avverrà in ordine decrescente di merito assegnando rispettivamente 6 punti, 4, 3, 2 e 1. La somma dei punti decreterà la classifica finale.
  • Che succede in caso di arrivo a pari punti? A prevalere sarà il calciatore che figura il maggior numero di volte al primo posto, in caso di ulteriore parità sarà dirimente il maggior numero di menzioni al secondo posto (e così via a scalare). C'è ancora un altro step in caso di parità: spareggio con i due soli contendenti alla vittoria. In ultima istanza toccherà al direttore editoriale di France Football scegliere a chi assegnare il Pallone d'Oro.