Con la chiusura dell'anno solare, è tempo di assegnare il Pallone d’Oro 2019 per eleggere il miglior calciatore dell'anno. Il riconoscimento nato sull'idea e l'intuizione del giornalista sportivo Gabriel Hanot e dopo sessant'anni è oggi uno dei premi più discussi e chiacchierati  a causa del suo meccanismo di attribuzione. Se fino allo scorso anno il Pallone d'Oro era stato per un decennio un affare a due tra Cristiano Ronaldo e Lionel Messi, lo scorso anno ci ha pensato Luka Modric a interrompere la dittatura e quest'anno vorrebbe essere Virgil van Dijk, difensore del liverpool campione d'Europa, a evitare che uno dei due si riprende lo scettro.

Dove viene consegnato il Pallone d’Oro 2019?

La cerimonia di consegna del più ambito premio individuale del mondo calcistico è in programma al Théâtre du Châtelet a Parigi e si terrà il prossimo lunedì 2 dicembre 2019. L’evento viene trasmesso da tutte le principali tv internazionali e in Italia verrà mandata in onda sul canale '20' con il commento in diretta di Massimo Callegari e Giorgia Rossi mentre inviato a Parigi sarà Angiolo Radice.

I contendenti del Pallone d'Oro 2019

Chi sono i contendenti  per il Pallone d'Oro 2019? La vittoria della Champions League ha influito sulla scelta dei candidati e nella lista di finalisti c'è una nutrita arriva di calciatori del Liverpool (Virgil van Dijk, Roberto Firmino, Alisson, Georginio Wijnaldum, Trent Alexander-Arnold, Sadio Mane e Mohammed Salah), seguiti dai cinque del Manchester City (Bernardo Silva, Sergio Aguero, Riyad Mahrez, Kevin de Bruyne e Raheem Sterling) e i quattro del Barcellona (Frenkie de Jong, Marc-Andre ter Stegen, Lionel Messi e Antoine Griezmann).

A seguire due giocatori per Juventus (Matthijs de Ligt e Cristiano Ronaldo), Ajax (Dusan Tadic e Donny van de Beek), Paris Saint-Germain (Kylian Mbappe e Marquinhos), Real Madrid (Karim Benzema e Eden Hazard), Tottenham (Son Heung-min e Hugo Lloris). Per chiudere, un giocatore a testa per Arsenal (Pierre-Emerick Aubameyang), Atletico Madrid (Joao Felix), Bayern Monaco (Robert Lewandowski), Napoli (Kalidou Koulibaly).

Curiosità sull’edizione 2019 del Pallone d’Oro

Le curiosità e alcuni numeri sull’edizione 2019 del Pallone d’Oro:

  • Luka Modric, vincitore del premio nel 2018, non difenderà il titolo, perché non è presente nell’elenco dei 30 finalisti;
  • il Liverpool ha il maggior numero di candidati (7), due in più del Manchester City;
  • Robert Lewandowski è l'unico rappresentante della Bundesliga. Metà dei candidati giocano in Premier League (15), mentre il resto gioca in Liga (7), Serie A (3), Ligue 1 (2), Eredivisie (2) e Bundesliga (1);
  • l'Olanda è la nazione più rappresentata con cinque candidati, seguita da Francia (4), Brasile e Portogallo (3), Inghilterra, Argentina, Belgio e Senegal (2);
  • Gabon, Egitto, Algeria, Algeria, Serbia, Corea del Sud, Polonia e Germania hanno tutti un rappresentante;
  • Cristiano Ronaldo e Lionel Messi sono candidati rispettivamente per la 16° e 14° volte mentre ci sono 14 candidati per la loro prima volta;
  • ci sono cinque candidati africani (Mohamed Salah, Sadio Mané, Kalidou Koulibaly, Riyad Mahrez e Pierre-Emerick Aubameyang) e viene eguagliata la rappresentanza del record del 2007, (Didier Drogba, Frédéric Kanouté, Michael Essien, Samuel Eto'o, Mahamadou Diarra e Kolo Toure).

Il Pallone d'Oro femminile 2019

Per il secondo anno consecutivo France Football assegnerà anche il Pallone d'Oro femminile. Oltre alla vincitrice dello scorso anno Ada Hegerberg e due rappresentanti dell'Inghilterra Lucy Bronze e di Ellen White, ci sono quattro nominate della squadra statunitense vincitrice della Coppa del Mondo: tra queste c'è Megan Rapinoe, la favorita per la vittoria finale che potrebbe vincere un altro trofeo individuale dopo il The Best FIFA Football Awards 2019.