Dopo aver praticamente archiviato la pratica campionato con il +13 sul Napoli di Carlo Ancelotti, la Juventus di Massimiliano Allegri può concentrarsi su quello che con l’acquisto di Cristiano Ronaldo è l’obiettivo dichiarato di questa stagione, ossia la Champions League. Oggi per i bianconeri comincia la fase ad eliminazione diretta ma, nonostante il primo posto nel girone, l’ostacolo da superare non è dei più semplici. Nell’andata degli ottavi di finale della competizione per club più prestigiosa d’Europa infatti i piemontesi andranno a far visita all’Atletico Madrid di Diego Simeone, avversario che, seppur reduce da un periodo non positivo in patria, negli ultimi anni nelle manifestazioni internazionali si è sempre distinta come una delle migliori formazioni del Vecchio Continente (due Europa League, due Supercoppe europee e due finali di Champions League conquistate dall’arrivo del Cholo in panchina).

Vecchia Signora di Champions: Juve squadra più esperta agli ottavi

L’ossatura dei Colchoneros è da ormai molti anni sempre la stessa, ma se la si mette sul piano dell’esperienza è la Juventus ad avere la meglio. La rosa a disposizione di Massimiliano Allegri, oltre ad aver un maggior numero di presenze complessive in Champions League rispetto agli avversari (889 presenze contro le 588 dei biancorossi), è anche la rosa con l’età media più alta delle sedici squadre rimaste ancora in corsa per alzare il trofeo.

I 24 bianconeri che attualmente compongono la rosa della Vecchia Signora (mai soprannome fu più azzeccato) infatti hanno una media età di 28 anni e mezzo di gran lunga superiore alle altre quindici compagini presenti nel tabellone degli ottavi di finale della manifestazione continentale (in questa speciale classifica l’Atletico Madrid è ottavo con 26,6 anni di media, quasi due anni in meno rispetto a quella dei campioni d’Italia in carica). Secondi pari merito troviamo invece il Manchester United di Ole Gunnar Solskjaer e la Roma di Eusebio Di Francesco con una media età di 27,4 anni. Seguono Barcellona (27,2), Totthenam (27,1), Porto (27) e Manchester City (26,9), che precedono proprio la rosa del Cholo Simeone.

La vecchia difesa del Cholo contro la vecchia guardia bianconera

Leggermente più equilibrato invece il confronto di esperienza se si valutano soltanto i ventidue uomini che secondo le probabili formazioni della vigilia dovrebbero scendere in campo dal primo minuto questa sera al Wanda Metropolitano. I padroni di casa dovrebbero presentarsi infatti con Oblak (26 anni) tra i pali, una difesa a quattro composta da Juanfrán (34), Giménez (24) , Godín (33) e Filipe Luis (33); una linea a quattro a centrocampo con Saúl (24), Partey (25), Rodrigo (22) e Koke (27); e una coppia d'attacco con Griezmann (27) e l'ex bianconero Morata (26). Per una media che supera i 27 anni e mezzo.

Mentre la Juventus dovrebbe approcciare alla trasferta madrilena con una formazione che sfiora i 29 anni di età media formata da Szczesny (28) in porta, Cancelo (24), Bonucci (31), Chiellini (34) e Alex Sandro (28) in difesa, Bentancur (21), Pjanic (28) e Matuidi (31) in mezzo al campo e Dybala (25), Cristiano Ronaldo (34) e Mandzukic (32) in avanti. Chissà quindi se la maggiore esperienza sarà un vantaggio per i piemontesi o se invece sarà un boomerang che gli si ritorcerà contro. Questo lo potrà dire soltanto il campo. A noi non resta che metterci comodi e assistere allo spettacolo.