Volete Icardi? Dateci Dybala… Il botta e risposta tra Giuseppe Marotta ("affermazione fuori luogo") e Fabio Paratici ("vediamo cosa succede con Icardi a giugno") infiamma il mercato dell'Inter. La bufera mediatica che ha scandito il caso dell'argentino si accompagna alle voci sul futuro e su quel mercato che non riposa mai. Giugno non è poi così lontano ed è adesso che si gettano le basi per operazioni da chiudere nella prossima sessione. In estate i nerazzurri sono attesi come i grandi protagonisti delle trattative: a prescindere dal futuro del ‘9 sudamericano', è (quasi) certo che verrà fatto un colpo importante. L'eventuale cessione di Maurito allargherà solo lo spettro delle grandi manovre, coi riflettori che per adesso sono puntati essenzialmente su quattro profili (Edin Dzeko, Gonzalo Higuain, Duvan Zapata, Edinson Cavani) sempre che non intervengano affari clamorosi e all'insegna della Joya…

Chi è il calciatore top nel mirino dell'Inter

L'aumento dei ricavi, i conti che migliorano consentono di allargare (senza eccesso) le maglie del Fair Play finanziario dopo gli ultimi anni di ‘cinghia tirata' per evitare la scure della Uefa. E poi c'è la qualificazione alla prossima edizione della Champions che porterà in cassa ulteriori introiti da investire. Su chi? Per adesso la certezza è che l'Inter ha bloccato per giugno il difensore dell'Atletico Madrid – avversario della Juventus in Coppa – Diego Godin (a parametro zero). Nel mirino dei nerazzurri, però, ci sono due profili di assoluto rilievo per rinforzare e modificare la struttura del centrocampo.

  • Il primo è Luka Modric, nome accostato ai nerazzurri nell'estate scorsa quando il no del Real Madrid scompaginò un'intesa già raggiunta (10 milioni a stagione) con il croato Pallone d'Oro e miglior calciatore del Mondiale di Russia 2018
  • Il secondo è Ivan Rakitc attualmente al Barcellona e col contratto in scadenza nel 2021. Dalla Spagna filtrano news incoraggianti sulla disponibilità del calciatore a fronte di un contratto di 4 anni con stipendio di 6 milioni netti (più bonus) a stagione. Servirà però affondare il colpo com maggiore decisione e insistenza per smuovere i catalani.