In campo ha bevuto per dimenticare la serataccia contro il Southampton. Nello spogliatoio il manager, Wenger, l'ha scoperto mentre fumava sotto la doccia. Per Wojciech Szczesny, portiere dell'Arsenal, è davvero un brutto momento. La prestazione opaca, scandita da interventi imprecisi e qualche ‘papera' di troppo, aveva fatto imbestialire i tifosi dei Gunners e quel gesto – bere dalla bottiglietta che aveva nei pressi della porta – dopo la rete del 2-0 ha scatenato l'ironia dei sostenitori… qualcuno gli ha dato perfino dell'ubriaco, spiegando così quella partita da dimenticare per il numero uno polacco. Le critiche feroci e adesso anche una multa di ventimila sterline per quella ‘bionda' che aveva tra le labbra. Un paio di ‘tiri' per scaricare la tensione emotiva gli sono costati poco meno di 26mila euro d'ammenda e il posto da titolare nella gara di FA Cup: tra i pali c'è andato il colombiano David Ospina che nell'ultimo Mondiale in Brasile ha fatto parte della schiera dei portieri latini maggiormente in luce nell'edizione di Coppa verde-oro.

La paternale di Arsene. Il tecnico francese l'ha presso male e ha spiegato la decisione di punire il calciatore così: "L'ho fatto per due ragioni. Anzitutto perché un atleta, un calciatore dovrebbe dare il buon esempio visto che il fumo danneggia la salute – si legge sul Daily Mail -. E poi perché un conto è trasgredire in casa propria, fumare e bere, un conto è farlo in altri ambienti dove c'è il rischio di creare problemi alla reputazione personale e della società". Una reprimenda alla quale hanno fatto seguito le scuse del calciatore, l'impressione però è che non basteranno per evitare che contro lo Stoke City in campo venga schierato ancora una volta il sudamericano.

Per colpa di una ‘bionda'. Per colpa di una ‘bionda' è finito nei guai anche un altro calciatore dell'Arsenal: si tratta di Jack Wilshere (adesso infortunato) che venne sorpreso a fumare durante un festa in piscina e poi, nell'ottobre del 2013, in un pub dopo la vittoria ottenuta dai Gunners sul Napoli in Champions. Per colpa di una ‘bionda' perse la fascia di capitano Gallas, pure lui scovato a fumare dal buon, vecchio e integerrimo Arsene.