La foto (o presunta tale) del cadavere di Emiliano Sala straziato dall'incidente scattata e pubblicata in Rete. Non c'è pace per la famiglia, già provata dal dolore più recente per il decesso di Horacio, il papà dell'ex giocatore deceduto a causa di un infarto fulminante. Non c'è pace né alcun rispetto per la memoria del ragazzo morto il 21 gennaio scorso e trovato nel relitto dell'aereo (un Piper Malibù) precipitato nelle acque a Nord di Guernsey mentre attraversava la Manica per raggiungere Cardiff.

Le notizie che arrivano dall'Inghilterra hanno sollevato un'ondata di sdegno. Chi, spinto da tanto cinismo, può aver compiuto un atto del genere? Chi, nemmeno sfiorato dall'umana pietà, può aver pensato di lucrare sulla salma che giaceva nella sala dell'obitorio della Holly Tree Lodge a Bournemouth, nel Dorset? Se lo chiede anche la polizia inglese che ha già avviato le indagini per trovare il responsabile dello scatto e soprattutto stabilire se è stata la stessa persona a diffondere l'immagine (subita rimossa da tutti i social network) sul web.

Non ci sono ancora conferme ma il fatto che le autorità abbiano deciso di muoversi ufficialmente alimenta il sospetto e la rabbia.

Stiamo indagando e perché riteniamo che un'immagine del corpo di Sala sia stata condivisa sui social media e siamo disgustati dal fatto che qualcuno abbia fatto questo – ha ammesso un portavoce della polizia nell'intervista al Sunday Mirror -. Ancora una volta la famiglia del giocatore si trova a far fronte a un momento molto difficile. Dopo tante sofferenze, i suoi cari non dovrebbero meritare ancora tutto questo dolore.

L'Air Investigation Branch non ha ancora chiuso l'inchiesta sulle cause della sciagura. Perché l'aereo si è schiantato? E' stato un errore del pilota oppure un guasto meccanico, un'avaria a provocare il disastro? Un'indagine preliminare ha rilevato che l'aereo è precipitato in mare nel giro di 20 secondi dopo aver effettuato una virata di 180°. Il corpo dell'uomo alla guida del velivolo, Ibbotson, non è stato trovato.