La delusione è dipinta sul volto scavato e affranto di Diego Simeone. E non può essere altrimenti per l'Atletico Madrid: reduce dalla vittoria dell'andata e ingolosito dalla possibilità di arrivare fino alla finale del Wanda Metropolitano. Al termine della battaglia dell'Allianz Stadium, il tecnico dei Colchoneros ha ammesso senza mezzi termini la brutta serata dei suoi ragazzi e fatto i complimenti alla formazione di Massimiliano Allegri.

"La Juventus è stata molto simile all'Atletico dell'andata – ha spiegato il Cholo – Noi abbiamo sofferto, come era accaduto a loro all'andata: passano ed è giusto così. Hanno meritato. Il carattere dei miei? Non ho visto particolari problemi sotto questo profilo; c'è da dire che la Juve è stata superiore. Sono stati più bravi di noi e hanno meritato la vittoria. Cristiano Ronaldo? E' il migliore del mondo".

Un'eliminazione che brucia

Sul volo che porterà a Madrid Griezmann e compagni, ci sarà dunque anche il bagaglio molto pesante di un'eliminazione per certi versi inattesa. Una sconfitta che potrebbe cambiare il futuro di alcuni giocatori rojoblancos, meno quello del tecnico che ha già firmato il suo rinnovo fino al 2022 (con un ingaggio stratosferico di 24 milioni netti a stagione) con la società di Enrique Cerezo: il presidente del club, che alla vigilia si era dichiarato certo del passaggio del turno dei suoi ragazzi.

"Quando uno non gioca e non crea non può passare il turno – ha concluso il tecnico dell'Atletico Madrid – Sono stati più bravi tatticamente di noi, hanno avuto più aggressività, hanno forse sentito più forte la necessità di vincere questa partita. Il gesto di Cristiano Ronaldo? Sicuramente ha visto il mio dell'andata e lo ha fatto per dimostrare il carattere alla sua gente"