Il miglior arbitro italiano Gianluca Rocchi farà subito il suo esordio nel Mondiale 2018. Il fischietto di Firenze dirigerà la partita più attesa di tutta la fase a gironi. Il 43enne arbitro è stato scelto infatti per la partita tra Portogallo e Spagna, match valido per il Gruppo B e in programma al Fisht Stadium di Sochi venerdì 15 giugno (calcio d'inizio alle ore 20). Gli assistenti saranno Di Liberatore e Tonolini. Dunque terna tutta italiana per la sfida tra CR7 e Diego Costa.

Per Rocchi, che diresse anche il match tra Juventus e Napoli lo scorso 22 aprile e fu autore di una gara pressoché perfetta, è un bel segnale questo. L'assenza dell'Italia nella manifestazione e naturalmente anche la sua bravura e la grande considerazione a livello internazionale fanno dell'arbitro fiorentino uno dei candidati per la finalissima che si disputerà a Mosca domenica 15 luglio.

Nella storia del Mondiale entrerà un altro fischietto italiano. Perché Massimiliano Irrati è stato designato come arbitro del VAR per la partita inaugurale dei Mondiali del 2018 tra Russia e Arabia Saudita. L'arbitro di Pistoia sarà il primo arbitro nella storia della principale competizione calcistica al VAR. Senza dubbio per lui sarà una splendida soddisfazione, e lo è anche per il calcio italiano, tra i primi a utilizzare questa nuova tecnologia. Con Irrati, che è arbitro internazionale da nemmeno un anno e mezzo, ci sarà anche Daniele Orsato, che non ha vissuto un bel finale di stagione per il tumultuoso arbitraggio di Inter-Juventus. Il fischietto di Schio è stato scelto come AVAR. L'incontro tra la nazionale padrona di casa e l'Arabia Saudita guidata dall'argentino Pizzi sarà diretta da un arbitro molto esperto, l'argentino Nestor Pitana, che era stato già scelto come arbitro per i Mondiali di Brasile 2014.