La Champions League 2018/2019 è entrata nella sua fase più calda (oggi alle 12 il sorteggio dei quarti di finale a Nyon). Dal prossimo turno (andata 9 e 10 aprile, ritorno 16 e 17 aprile) dunque nessuno potrà permettersi alcun errore se non vuole irrimediabilmente compromettere i propri sogni di gloria. Le migliori otto squadre d’Europa dovranno quindi fare attenzione anche ai minimi particolari, come per esempio tener conto dei diffidati delle squadre avversarie o approfittare di eventuali squalifiche.

Con l'approdo ai quarti di finale di Champions League, infatti, tutti gli allenatori delle formazioni qualificate dovranno tenere in grande considerazione anche lo stato dei cartellini dei propri giocatori. Il regolamento della competizione parla chiaro: l’azzeramento delle ammonizioni avverrà solamente dopo la conclusione dei quarti, in vista di semifinali e finale. Ciò significa che, al di là di espulsioni dirette che prevedono l'automatico turno di stop, chi è diffidato rischia grosso. A tale proposito andiamo a vedere qual è la situazione diffidati e squalificati delle “magnifiche otto” rimaste ancora in corsa verso la finale del Wanda Metropolitano di Madrid.

Bernardeschi e Matuidi gli osservati speciali

Partendo ovviamente dall’unica rappresentante italiana ancora in lizza. In casa Juventus non ci sono particolari apprensioni perché al momento, in attesa di conoscere se e quali saranno i provvedimenti presi dall’Uefa nei confronti di Cristiano Ronaldo per il gesto riservato ai tifosi ospiti nel post Juventus-Atletico Madrid, non vi è nessuno squalificato. Qualche apprensione in più invece per quel che riguarda i diffidati, ossia Federico Bernardeschi e Blaise Matuidi, due degli uomini più in forma tra le fila dei bianconeri, entrambi ammoniti sia a Madrid che a Torino e adesso a rischio squalifica in caso di terzo “giallo”.

Mezza squadra in diffida per l’Ajax, Porto senza Herrera e Pepe

Per i campioni d’Italia si tratta comunque di una situazione decisamente migliore rispetto ad alcune delle altre sette squadre che oggi l’urna di Nyon potrebbe riservare come avversarie ai quarti di finale. Sotto questo aspetto la situazione peggiore è quella di Ajax e Porto: sono infatti cinque diffidati (Blind, De Ligt, Tagliafico, Van de Beek e Ziyech) più uno squalificato (Mazraoui) per i Lancieri, mentre tre diffidati (Danilo Pereira, Militao e Otavio) e ben due squalificati dal peso specifico non indifferente (Hector Herrera e Pepe) per i portoghesi.

Matic, Son, Aguero e Semedo a rischio ‘giallo’. Niente andata dei quarti per Robertson

Situazione cartellini da tenere sotto controllo anche per il Manchester United che si presenta ai quarti di finale con cinque ‘diffidati' (Shaw, Ander Herrera, Matic, Valencia e Young). Frangente da non sottovalutare anche per le altre tre compagini inglesi ancora in lizza per conquistare la Coppa dalle Grandi Orecchie: tre i diffidati per il Tottenham (Alderweireld, Lamela e Son), uno solo ma dal gran peso specifico come il Kun Aguero per il Manchester City, nessun diffidato invece per il Liverpool che però nel match d’andata dei quarti di finale dovrà fare a meno dello squalificato Robertson. Un solo diffidato anche per il Barcellona che a rischio squalifica ad oggi ha soltanto il terzino Semedo.