Il Napoli, dopo la seconda e pesantissima sconfitta statunitense col Barcellona di Valverde, torna subito in Italia per prepararsi al meglio all’ormai imminente esordio con la Fiorentina di Montella previsto per il prossimo 24 di agosto. Ma se la Serie A dista 13 giorni appena, in questo lasso di tempo, sterminato per il mercato, la campagna acquisti potrebbe modificare il volto dell’undici titolare di Ancelotti con diverse trattative in piedi e che, nel giro di poco tempo, potrebbero risolversi (in un senso, o nell’altro). E così, dal punto sulle trattative in entrata a quello sulle possibili cessioni che potrebbero concretizzarsi, ecco ultimissime notizie e trattative in tempo reale sul calciomercato del Napoli.

Lozano vicino, è il colpo della prossima settimana

Il Napoli ha intenzione di correre sul mercato così come sulle sue corsie d’attacco nell’ormai consolidato 4-2-3-1 di Ancelotti. Per farlo, Giuntoli e il patron De Laurentiis provano l’all-in per El Chucky Lozano che, un po’ come Icardi, il terzo oggetto (ma non in ordine di importanza) del desiderio dei campani, vive da separato in casa nel suo Psv. Che non lo fa giocare, lo tiene in panca e sonda lo svincolato Ribery per ereditarne il posto in campo. Insomma, i molteplici indizi, con annessi i tanti like che il messicano aggiunge ad ogni post che lo ritraggono in maglia azzurra, fanno più di una prova con i partenopei, stanchi di attendere, pronti a versare i 42 milioni di euro della clausola rescissoria per condurre l’ala di Città del Messico all’ombra del Vesuvio.

Con tanto di approvazione familiare con la moglie (Ana Opp) a smentire le voci che la volevano poco incline al trasferimento in città. Insomma, ci siamo: risolto anche l'ultimo intoppo sulla questione diritti d’immagine con il talento scuola Pachuca in grado di racimolare con sponsorizzazioni aggiuntive, qualcosa come 4-5 milioni di euro. Che dovranno, in qualche modo, essere garantiti al calciatore mediante un adeguamento di contratto, che passerebbe dai 4 ai 5 milioni di euro a stagione, per un affare, in toto, fra costo del cartellino e ingaggio lordo quinquennale, da 82/92 milioni di euro. Fumata bianca attesa per la prossima settimana.

Quanto a James Rodriguez, entro la settimana prossima dovrebbe esserci l'incontro decisivo per chiudere finalmente l'operazione con il Real Madrid. Il colombiano nel gioco delle contraddizioni è anche nella rosa ufficiale dei blancos col numero #16 ma non è stato convocato per l'amichevole contro la Roma. In attesa di ulteriori sviluppi che dovrebbero arrivare intorno al 17 agosto, c'è un Napoli che punta dritto anche a Icardi.

Che, ormai fuori dai giochi nerazzurri, abiurato dai tifosi, privo di fascia di capitano, del suo storico numero #9, preso in settimana dal bomber Lukaku, sta sondando le varie soluzioni per il suo futuro. Con tre direzioni possibili: Juventus, Napoli e Roma. Ma proprio gli azzurri, stando alle ultimissime indiscrezioni, sembrano spuntarla su tutti. Sulle incertezze e i giochi del bilancio dei bianconeri, sulla voglia di Marotta di non spedire Maurito a Torino (se non in cambio di 75 milioni di euro o di Dybala) e su una Roma appetibile ma priva di Champions League per un Napoli da 7.5 milioni di euro a stagione e un ruolo di primo piano nell'attacco ancelottiano.

Strategie, abboccamenti, chiamate con la moglie agente per una corte serrata, pure storica se torniamo all'estate 2016, per un Icardi che, a breve, dovrà scegliere dove andare e soprattutto cosa fare della sua, comunque importante, carriera. I partenopei ci sono e offrono tanto al ragazzo e all’Inter: 7.5/8 milioni a stagione al primo (con cui ci sarebbero poi da limare sempre i famosi diritti d’immagine), 50/60 milioni cash al club meneghino.

Cessioni: Verdi verso il Toro, Hysaj sul piede di partenza

Il fronte cessioni, stante l’ultimo addio, sia pure temporaneo, dell’attaccante Tutino in prestito all’Hellas Verona, resta caldo. Tanti ancora, infatti, sono gli elementi azzurri richiesti da altri club per un Napoli che, anche in questo caso, dovrà ponderare bene le sue scelte. Come, ad esempio, nel caso degli esterni Ounas e Verdi. Il primo, piace al Lille ma a titolo definitivo e con la società italiana pronta a cederlo per una cifra superiore ai 25/30 milioni di euro, col Cagliari, scatenato alla finestra; per il secondo, invece, è fatto l'accordo con il Toro si attende l'arrivo di Lozano per liberarlo.

Sulla lista dei partenti, come ormai diciamo da settimane, anche Hysaj mentre per Milik c’è l’interesse concreto, e pure alimentato dai rinvii sui discorsi di rinnovo fra il polacco e il Napoli, della Roma che, con l’addio di Dzeko, destinato all’Inter, cerca un attaccante di razza: proprio come il #99 ex Ajax.

Cosa serve: esterno offensivo, un uomo tra le linee e un altro attaccante

Nelle ultime ore, in sede di mercato, s’è fatto anche il nome dello svincolato Llorente (come quello di Moussa Marega) che, però, a 34 anni, pretenderebbe uno stipendio molto alto: intorno ai 3.5/4 milioni di euro a stagione. Una cifra spendibile, ma solo in caso di definitivo addio al sogno Icardi. Eppure, questo ennesimo nome, dimostra l’esigenza campana di aggiungere a Milik, specie con un Mertens non più da falso nueve ma da trequartista nel 4-2-3-1, una ulteriore punta, fisica, rocciosa capace di far rifiatare il polacco e sostituirlo nei momenti di dubbia vena realizzativa. Proseguendo su questo asse, quello dei nomi affiancati al Napoli e che lasciano intendere le lacune da colmare in rosa, ecco i vari Everton, David Neres o James Rodriguez che mostrano quanto il Napoli stia inseguendo almeno uno, meglio due, elementi in grado di aumentare la profondità e le verticalità del club a ridosso dell’attaccante centrale.